A Bologna due nuove biblioteche aperte il sabato pomeriggio

mappa biblioteche aperte sabato pomeriggio

Bologna, 30 set. – Dal 3 ottobre la biblioteca aperta al sabato pomeriggio sarà realtà anche alla Luigi Spina del Pilastro e alla Olindo Pezzoli della Barca, nei quartieri S. Donato e Reno. Apertura fino alle ore 18 con tutti i servizi funzionanti, come già accade in Sala Borsa e in altre tre biblioteche di quartiere, la Jorge Luis Borges al Porto, la Natalia Ginzburg al Savena e la biblioteca di Borgo Panigale. “L’automazione del prestito ha liberato ore da dedicare ad altri servizi”, ha spiegato l’assessore alla cultura Alberto Ronchi presentando la novità. Il riferimento è al prestito automatico che si può fare in Sala Borsa, alla Borges, alla Ginzuburg e a Borgo Panigale, mentre la restituzione si deve fare solo in Sala Borsa.
L’obiettivo per i prossimi tre anni è “consolidare, potenziare e rinnovare il sistema bibliotecario comunale”, fa sapere l’amministrazione. L’assessore Ronchi rimanda alla scadenza del bilancio comunale, il prossimo dicembre, per entrare nel dettaglio, ma assicura che “al 90% amplieremo il servizio”.

La scelta della biblioteca del Pilastro si inserisce nel quadro del progetto Pilastro 2016 del Comune di Bologna, mentre in zona Barca è emersa l’esigenza di più servizi “anche nel campo del multiculturale“, spiega Pierangelo Bellettini, direttore dell’Istituzione

“Le biblioteche non stanno ferme”, rivendica il presidente dell’Istituzione Daniele Donati, che aggiunge la novità del prestito circolante allargato da ottobre 2015 alle biblioteche dei circuiti della Cesare Pavese di Casalecchio di Reno e della Mediateca di S. Lazzaro. A un anno dall’inizio, sono stati 4.500 i volumi che le strutture hanno scambiato fra loro, con la sorpresa che “Sala Borsa prende più di quanto dà”, sottolinea Donati.

Stamattina l’assessore Ronchi ha confermato che riprenderanno sino a fine mandato le aperture domenicali di Sala Borsa, sempre con i fondi messi a disposizione da Hera spa, “molto gradite dal pubblico”. E per misurare il grado di soddisfazione da parte di chi usa le biblioteche, da una settimana l’Istituzione sta distribunendo un questionario, spedito via mail a 60 mila utenti e da ieri diffuso su carta nelle biblioteche. Hanno risposto già 6 mila persone.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.