Merola scarica i sindacati e ai vigili: “La città ha bisogno di voi”

Bologna, 23 lug. – La riforma della polizia municipale si farà, con o senza in consenso dei sindacati. “la città ha bisogno di voi” ha detto oggi il sindaco Virginio Merola rivolgendosi agli suoi agenti, ma il tempo delle trattative è finito: se non ci sono volontari per i turni di notte arriveranno gli ordini di servizio, senza il pagamento dello straordinario.

Dopo il duro attacco ieri dei sindacati il primo cittadino prende le difese del Comandante Carlo Di Palma, che, in quanto dirigente del Comune di Bologna deve rispondere solo al Sindaco. La legge dice che l’organizzazione del lavoro compete “in maniera esclusiva” ai dirigenti: dunque, “siamo in perfetta coerenza con l’impianto normativo e su questo d”ora in poi ci assesteremo con più forza”, manda a dire il primo cittadino, sottolineando che “è bizzarro dover ricordare a sindacati che rappresentano la Polizia municipale che la legge va rispettata”.  Dalle attuali 14 notti di lavoro all’anno richieste agli agenti si passerà a 22. Ci sarà la possibilità di trasferimento da un quartiere all’altro e ci saranno più controlli sui part time, troppi a Bologna secondo Di Palma.
Il sindaco attacca i sindacati e non esita a parlare di casta. “I diritti si stanno trasformando in privilegi corporativi” ma “io non sono disposto ad accettare un livello così basso”: il corpo dei Vigili “sta rischiando di trasformarsi in casta e con le caste io non parlo, a cominciare da quelle molto più importanti che mi hanno rotto le scatole fino ad oggi”.

Per il momento, dopo l’annullamento dell’incontro sulla parte economica che era previsto per oggi con i sindacati, le trattative restano congelate: “Aspettiamo che ci siano le condizioni per riprendere il confronto, se non c”e” rispetto io non incontro nessuno”, manda a dire il sindaco.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.