Mara Redeghieri rinasce anarchica e resistente

2048783-mara7

Bologna, 10 ap. – Mara Redeghieri, la mai dimenticata voce degli Ustmamò, torna finalmente in sala d’incisione. Dopo lo scioglimento della band, avvenuto nel 2003, si è presa una bella pausa di riflessione, interrotta nel 2010 con la pubblicazione del suo primo lavoro solista: dio valzer, dedicato alla riproposta in chiave acustica di alcuni celebri brani del canzoniere anarchico. Adesso è la volta di attanadarà, che del precedente è l’esatta continuazione, nello stile e nei contenuti. Anche in questo caso si tratta di una produzione assolutamente indipendente. Per riuscire a stampare le canzoni già registrate in cd, è stato attivato in rete un crowdfunding che sta andando molto bene e che si chiuderà il 12 aprile.

La presentazione ufficiale è prevista il 25 aprile a Correggio nel corso di un maxi-concerto pensato per ricordare, nello stesso luogo e lo stesso giorno in cui venne lanciato venti anni fa, quel gran lavoro collettivo che celebrava il 50° della Resistenza intitolato Materiale Resistente (al quale parteciparono, fra i tanti, anche gli Ustmamò). Sarà una festa-evento straordinaria e imperdibile che andrà oltre il compleanno del disco, perchè tutti i musicisti presenti celebreranno anche il 70° anniversario della Lotta di Liberazione che cade giusto quest’anno.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Mara Redeghieri nella sua casa sull’appennino reggiano e ci siamo fatti raccontare la storia di attanadarà.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.