Luki in the Sky with diamonds

fuoricampo lesbian group luky massa

Bologna, 7 set. – Luki Massa si è spenta nella notte del 5 settembre all’hospice Bellaria di Bologna, aveva 54 anni. Attivista, lesbica orgogliosa, regista, direttrice artistica, ha dato il via a Bologna ai festival del cinema Some Prefer Cake e Divergenti. “E’ stata tantissimo per tante donne” ricorda Marta Bencich, una delle amiche e compagne che le è stata accanto fino all’ultimo. Nata a Catanzaro, Luki è arrivata a Bologna a vent’anni, ha fatto dell’organizzazione del Festival Internazionale del Cinema Lesbico “Immaginaria”. “Una potenza autentica” dice Bencich che sottolinea la sua capacità di coniugare la passione politica per le donne con la capacità artistica, valorizzando le produzioni delle lesbiche e quella di costruire rete.

“Un’artista e una grandissima divulgatrice culturale” la descrive anche Elisa Coco, di Comunicattive e che per anni ha lavorato con Luki. Coco ricorda come abbia “dato spazio a produzioni, autoproduzioni, sperimentazioni che per le donne in Italia è impossibile vedere”. Some Prefer Cake avrebbe fatto quest’anno la decima edizione, ma già l’anno scorso era stata sospesa, a causa della malattia di Luki. “Era anche un momento di incontro, di socialità tra donne, centinaia di donne che si sono conosciute lì” ricorda Coco. E Luki Massa era anche un’attivista sempre presente, infaticabile: con Fuori Campo, in tutti i Pride che ha frequentato anche internazionali, e l’esperienza di Facciamo Breccia, un percorso misto che parlava di temi lgbt e di laicità.

L’ultimo saluto a Luki Massa è previsto per venerdì 9 settembre alle 11 al Centro delle Donne di via del Piombo 5.

“Ringraziamo le compagne del Centro delle donne e dell’associazione Orlando per questa opportunità, quello era per Luki un luogo di pratica politica quotidiana e di incontri, il posto giusto in cui salutarla” scrive Coco su Facebook dando l’appuntamento: “Vorremmo dare voce alle associazioni con cui Luki ha collaborato ma anche alle tante lesbiche, donne e persone che l’hanno amata e conosciuta, troveremo un modo per ricordarla insieme lasciando spazio di parola a tutt@. Sarà un momento doloroso, ma vorremmo che fosse anche festoso, vibrante della bellezza e vitalità dei nostri ricordi di lei”. Coco poi anticipa: “I costi del funerale saranno sostenuti dalle associazioni nostre amiche, che ringraziamo moltissimo, eventuali donazioni non andrebbero quindi a coprire spese vive, ma a costituire un fondo per realizzare dei progetti attraverso cui diffondere il lavoro di Luki, abbiamo già diverse idee in mente, di cui vi racconteremo tra un po'”.

Anche il Comune si è unito ieri al ricordo. “Desidero unirmi al cordoglio per la scomparsa di Luki Massa, attivista lesbica e direttrice di due festival internazionali che, grazie al suo lavoro, si tenevano a Bologna. Con i due festival, Some Prefer Cake e Divergenti, lo sguardo del cinema internazionale a tematica lesbica e trans è arrivato nella nostra città – dice l’assessora Susanna Zaccaria – Il Comune di Bologna ha sempre sostenuto queste due iniziative nel solco della tradizione di città aperta alle tematiche Lgbt. Un abbraccio anche a tutte e tutti coloro che in questi anni hanno lavorato con Luki e che dovranno sopportare la sua perdita”.

Il titolo di questo post è una delle tante dediche scritte sui social in queste ore dai tanti che l’hanno conosciuta.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.