Lonesome Leash e il concetto di casa – Live

lonesome

15 dic. – Walt McClements, in arte Lonesome Leash, è tornato a trovarci per presentare il suo nuovo disco Precious Futures: quando l’abbiamo conosciuto era preoccupato della gentrification di New Orleans e ora ha definitivamente lasciato la città, dopo nove anni. “New Orleans è diventata costosa: come molti altri artisti mi sono trasferito a Los Angeles“, ci ha detto il nostro ospite. Per quanto la megalopoli della California non sia proprio a buon mercato, a quanto pare conviene. Ma non pensate che Lonesome Leash sia rimasto fermo, tutt’altro. “Sono stato on the road tutto il tempo e questo disco contiene canzoni scritte negli ultimi due anni”: non a caso le prime parole dell’album, che potete ascoltare anche nella splendida versione live di “Momentum”, uno dei due brani che Walt a suonato a Maps,si riferiscono a ponti che talvolta “si bruciano da soli”, a un passato che a volte è meglio lasciare alle spalle.

Il nuovo album ragiona molto sul senso di un concetto universale come quello di “casa”: un tema importante intorno al quale ruota un’altra canzone del disco, la seconda dello showcase che potete ascoltare, “Home Was a Feeling”. Da parte di McClements c’è la volonta di ridurre le cose all’osso: ma come può spogliare ancora di più le cose un one man band, che usa solo voce, batteria e fisarmonica? “Ho ridotto la produzione, che in Precious Futures è davvero minimale, diretta, il più possibile vicina alla dimensione live“. Non abbiamo resistito e abbiamo chiesto a Walt se non avesse mai pensato a coinvolgere altri musicisti nel suo mondo. “Perché no”, ci ha risposto. “Magari potrei metterci qualche tastiera, o dell’elettronica. Suonare da solo è un ottimo esercizio, ma sono aperto alle collaborazioni di altri.” Aspettando un’eventuale concretizzazione di queste possibilità, ecco l’intervista e il live di Lonesome Leash a Maps.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.