L’impatto di Rosetta sulla sua cometa. “Siamo curiosi di sapere cosa accadrà”

30 set. – Nel giorno in cui si celebra la Notte europea dei ricercatori, finisce, dopo un viaggio di 12 anni nello spazio, la corsa della sonda Rosetta attorno alla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. Alle 12,38 l’Agenzia spaziale europea deve farla cadere sull’oggetto di cui in questi anni ha raccolto preziose informazioni, specialmente sulla presenza di acqua e aminoacidi nel corpo celeste.

Non si parla tanto di schianto perché la velocità di caduta è di 3 km orari e la gravità sulla cometa è 10 mila volte meno che sulla terra, ci ha spiegato Sandro Bardelli, ricercatore astronomo dell’Inaf – l’Istituto nazionale di astrofisica che fa parte della missione – come i suoi colleghi curioso di sapere cosa accadrà, perché “potrebbe arrivare sulla cometa e rimanere lì o addirittura rimbalzare via”. Lo “spettacolo” si potrà seguire in streaming sul sito rosetta.esa.int.

(in homepage immagine tratta dalla pagina facebook di Inaf Bologna)

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.