Liceo Minghetti. Dopo l’occupazione gli spintoni. Lezioni riprese a metà

minghetti occupato striscioneBologna, 26 nov. – Dopo il liceo artistico Isart tocca al liceo classico Minghetti. L’istituto di via Nazario Sauro è stato occupato ieri sera da un centinaio di studenti. “Ci preoccupiamo del nostro futuro!”, recita uno striscione appeso all’esterno del liceo. La protesta è contro la riforma della “Buona scuola” di Matteo Renzi. Questa mattina la tensione è salita al momento dell’ingresso a scuola, tanto che a un certo punto è stata chiamata addirittura un’ambulanza. Un professore, hanno raccontato i ragazzi del collettivo all’agenzia Dire, avrebbe cercato di entrare spingendo le due file di banchi messi davanti al cancello secondario dell’istituto, in via Maggia, e un banco sarebbe caduto addosso a una ragazza. “Ha un occhio gonfio e nel pomeriggio andrà al Pronto Soccorso”, spiegano i compagni di scuola.

All’ingresso principale, invece, ci sono stati spintoni tra i ragazzi decisi a entrare (“Una minoranza coi caschi in testa”, racconta qualcuno) e gli studenti in picchetto dopo la nottata a scuola che, con megafono e volantini, spiegavano invece le ragioni della protesta. “Una professoressa ha storto il polso a una ragazza- affermano i ragazzi del collettivo- sporgeremo denuncia”. Fatto sta che il Minghetti oggi è nel caos e l’occupazione è durata lo spazio di una notte, trasformata oggi in autogestione. In succursale ad esempio si fa lezione, mentre nella sede di via Nazario Sauro una parte degli studenti è in classe con i professori, altri sono radunati tra il cortile, l’androne e l’aula magna a piano terra. “Faremo i gruppi di attività che avevamo programmato e poi vedremo”, spiegano i ragazzi del collettivo. Tra le lezioni alternative, si parla di emergenza abitativa con gli occupanti dell’ex Telecom e di economia. Se poi la mobilitazione finisca oggi non lo sanno neanche gli stessi ragazzi del collettivo. Per ora, l’unica cosa certa è un’assemblea convocata per lunedì prossimo alle 15.

“Qualora fosse impedito l’accesso ai locali o l’esercizio del diritto allo studio a coloro che  intendono  avvalersene,  nei  confronti  dei  respon sabili  oltre  a  essere  proposta  l’adozione di provvedimenti disciplinari nei casi più gravi dovrà anche essere sporta denuncia all’Autorità giudiziaria“, scrive il dirigente scolastico Fabio Gambetti in una circolare pubblicata sul sito del Minghetti.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.