Legacoop scarica Coop Costruzioni. Esclusa l’ipotesi nuovi fondi

Bologna, 4 nov. – Difficilmente Coop Costruzioni avrà altri soldi dal sistema cooperativo. Sicuramente non da Fibo, la finanziaria di Legacoop Bologna, che, in diverse forme, ha messo sul piatto del salvataggio del colosso dell’edilizia 40 milioni di euro. “Una promessa già adempiuta”, taglia corto la presidente di Legacoop, Rita Ghedini, alla presentazione di  “Vicoo-Visioni cooperative”, il laboratorio “per progetti e idee innovativi”.

Ghedini ricorda che il contributo dato a Coop Costruzioni “è stato ingente” e un nuovo intervento “non è all’ordine del giorno”. Il tema, semmai, sottolinea Ghedini, è capire se Coop Costruzioni “ha le condizioni di mercato per dare continuità alla propria attività”. Insomma, la coop edile deve farcela con le sue forze. “Coop costruzioni- spiega la numero uno di Legacoop- sta facendo una serie di riflessioni sulla sua condizione e sulla sua continuità aziendale. Valuteranno se gli interventi fatti siano stati sufficienti” a garantirle un futuro. “Da parte nostra- assicura Ghedini- c’è una grande preoccupazione e una grande partecipazione ai problemi della cooperativa. In questo caso, però, siamo in una condizione non episodica”. La crisi ha, infatti, spazzato via molte aziende del comparto edile. “In questi anni abbiamo assistito alla distruzione di un settore, ora dovremmo riflettere su come ricostruirlo”, conclude Ghedini.

Domani è prevista un’assemblea sindacale dei lavoratori Cgil Cisl Uil, di Coop Costruzioni.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.