L’autista indagato per lesioni ma senza aggravante razzista

Bologna 29 apr.- L’autista Tper denunciato da una ragazza di 18 anni, di origini marocchine ma nata in Italia, per averla picchiata e per averle rivolto degli epiteti razzisti è stato iscritto nel registro degli indagati con l’ipotesi di reato di lesioni aggravate dall’aver agito con abuso di poteri o con violazione dei doveri inerenti a una pubblica funzione o a un pubblico servizio. Non è un dettaglio perchè all’uomo di 57 anni non sono state contestate aggravanti di razzismo.

Hajar Tellage ha detto che l’uomo le ha detto: “Brutta scimmia tornatene al tuo paese”. E poi le avrebbe sferrato un calcio che l’ha mandata a terra, poi è stata tenuta sotto osservazione all’ospedale di Bentivoglio e dimessa con una prognosi di 40 giorni.

Tper ha sospeso l’autista e sta indagando sul caso. Lui, convocato dall’azienda, ha spiegato di non aver pronunciato quella frase razzista e che non si era neanche reso conto che la ragazza e l’amica avessero un’origine straniera. Avrebbe detto di essere stato provocato e di aver reagito anche se in un modo esagerato.

Per ora l’autista è stato sospeso da Tper, Sel ha chiesto che venga licenziato.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.