L’arcivescovo Zuppi: “Sulle unioni civili ha ragione Bagnasco”

Bologna, 20 gen. – “Penso che abbia ragione il cardinale Bagnasco. E non lo dico solo perché è il presidente della Cei, lo direi comunque. Ci sono altre priorità che bisogna affrontare, senza eludere”. Lo ha detto l’arcivescovo di Bologna, monsignor Matteo Maria Zuppi, rispondendo alle domande dei giornalisti sul tema delle unioni civili a margine di un incontro nella sede della Cisl. Per Zuppi “non è il problema di scantonare, ci sono sensibilità diverse. Speriamo si riescano a trovare delle soluzioni che mettano insieme queste sensibilità senza stravolgere le linee fondamentali della famiglia che tutti vogliamo”.

Sul tema dell’emergenza casa “speriamo che il sindaco riesca quanto prima a risolvere nella chiarezza e comunque nel rispetto della legalità da una parte e dell’emergenza dall’altra”. Così l’arcivescovo di Bologna, Matteo Maria Zuppi. Per il prelato occorre “cercare di evitare che le situazioni si eternizzino, si incancreniscano. Ragionare sempre nella logica dell’emergenza questo credo sarebbe la cosa peggiore”. Quanto al ruolo che potrebbe avere la chiesa, Zuppi ha ricordato quanto già viene fatto “tutte le strutture, la Caritas, sono già attente a questo. E continueranno ad esserlo. L’emergenza abitativa continua, non è soltanto quello che si vede, è soprattutto il sommerso. La maggior parte delle Caritas dà contributi a quelli che non ce la fanno ad arrivare alla fine del mese, per gli affitti, gli sfratti per morosità. Questa è la vera emergenza che appare poco ma che affligge tantissime famiglie” (Ansa).

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.