Ladri di biciclette. Che fare?

12 gen. – Chi si muove su due ruote, in maniera sostenibile, deve fare i conti con i furti frequenti del proprio mezzo. Le biciclette vengono rubate in ogni luogo della città e per combattere il fenomeno non resta che affidarsi a resistenti catenacci, i migliori sono quelli a U, oppure sperare che la “punzonatura” funzioni da deterrente.

Ne abbiamo parlato a Km0 con un’esperto del settore Walter Piscopa, meccanico delle bici di via del Borgo di San Pietro. Ci spiega come esistano lucchetti quasi inattaccabili, ma molto cari, e quali hanno il miglior rapporto qualità prezzo. walter

Molti bolognesi hanno una storia di furti di biciclette da raccontare. Ne ha raccolte alcune Benedetta Aledda ciclisti
Una testimonianza speciale, quella del nostro Pino Cacucci pino su furti

Andrea ci racconta la sua esperienza in cui la “punzonatura“, la tecnica di incisione del numero identificativo sul telai,  ha funzionato. Al Parcheggio Tanari il Comune ha approntato il servizio, collegato ad un data base nazionale, a 5 euro. Si può effettuare ogni mercoledì pomeriggio.  andrea

Se hai perso le tracce della tua due ruote, puoi cercarla su Rubbici.it rubici

Ma se esistono i ladri di biciclette è perché c’è chi compra le bici rubate. Una valida alternativa è invece partecipare ad un’asta di biciclette. Alice di Altra Babele ci racconta l’esperienza delle aste alice

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.