La violenza contro le donne “per colpa del troppo amore”

Bologna 18 nov.- Mentre si avvicina la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, e a Bologna è in corso il Festival della violenza illustrata, è utile tornare anche sulla percezione che esiste nella popolazione sul tema. Alla biblioteca del Senato è stato presentato un rapporto curato dalla onlus We word e realizzato assieme all‘istituto Ipsos; si tratta della prosecuzione di un’indagine che era stata avviata nel 2014 nella quale era emerso che il 25% dei giovani (uomini e donne) tra i 18 e i 29 anni giustificano la violenza contro le donne come “frutto del troppo amore”. Il dato di quest’anno è parzialmente cambiato, è il 20% dei giovani tra i 18 e i 29 anni a pensare questo della violenza contro le donne. Nell’indagine, di tipo quantitativo su 1000 persone tra i 18 e i 65 anni alle quali è stato somministrato un questionario on line, sono emersi anche altri aspetti: quasi il 20% dei giovani tra i 18 e i 29 anni pensa che se una moglie tradisce il marito lui in qualche modo sia autorizzato a diventare violento.

Del rapporto abbiamo parlato durante la nostra trasmissione Sulla bocca di tutti con la vice presidente del Senato Valeria Fedeli che ha partecipato alla presentazione del rapporto. Fedeli è anche la prima firmataria del progetto di legge per introdurre l’educazione di genere nelle scuole. Il progetto di legge è stato poi incorporato all’interno della Buona scuola.

valeria fedeli

Nella trasmissione abbiamo anche interrogato Roberto Panzacchi, ex consigliere comunale di Bologna che lavora con gli adolescenti perchè è un operatore della formazione professionale.

ecco il podcast

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.