La Turchia respinge Spinelli, avvocata dei diritti umani: “Persona non gradita”

Berti Arnoaldi Veli e Spinelli

Giovanni Berti Arnoaldi Veli e Barbara Spinelli al Marconi – Foto tratta dal profilo Facebook di Berti Arnoali Veli

Bologna, 14 gen. – E’ atterrata al Marconi questo pomeriggio Barbara Spinelli, l’avvocata bolognese fermata ieri appena arrivata ad Istanbul. Spinelli, da sempre impegnata in difesa delle donne e dei diritti umani, era in viaggio verso Ankara dove oggi sarebbe dovuta intervenire ad un convegno sullo stato di emergenza e le conseguenze per il sistema giudiziario turco. Le autorità turche però le hanno impedito di uscire dall’aeroporto e l’hanno fermata nella serata di ieri, intimandole di lasciare il paese.

“Sono atterrata. Sto bene fisicamente- ha scritto su Facebook-. Ringrazio tutte e tutti per la solidarietà. Grazie alla Console italiana e al CNF (consiglio nazionale forense, ndr) per la loro vicinanza. Avermi impedito di entrare in Turchia e di relazionare oggi ad un importante convegno internazionale non impedirà a colleghe e colleghi di tutta Europa di prendere il mio posto. Non li lasceremo mai soli”.

“Sono anni che insieme alla mia associazione cerco di coordinare gli osservatori internazionali che vanno in Turchia come avvocati per denunciare le sempre più frequenti violazioni dei diritti umani. ha spiegato Spinelli all’Ansa-. E quindi non c’è altro motivo se non questo perché io possa essere indesiderata in quel Paese. Ho fatto anche rapporti per le Nazioni unite rispetto alla situazione dei diritti umani in Turchia”.

Ad attendere Spinelli all’aeroporto di Bologna c’era anche Giovanni Berti Arnoaldi Veli, presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Bologna. Tantissimi, fin dalle prime ore in cui si era diffusa la notizia, i messaggi di solidarietà all’avvocata bolognese.

Poco prima di salire sull’aereo che l’ha riportata in Italia, Spinelli aveva scritto questo messaggio ad alcuni conoscenti: “Compagne / Compagni sono sul volo diretta verso Bologna. Fisicamente sto bene. Loro non vinceranno mai. Le mie ultime parole in terra turca con la polizia dopo aver lottato x farmi notificare espulsione

– you will not see ever Turkey in your life

– may be before i die this country will see democracy again and I will be here to celebrate.

Ci vediamo in Italia”.

Spinelli mostra il decreto di espulsione – Foto tratta dal profilo Facebook di Giovanni Berti Arnoaldi Veli

Get the Flash Plugin to listen to music.