La lunga vita. Il primo festival della scienza medica è a Bologna

Bologna 6 mag.- E’ il primo festival della scienza medica e non è un caso che si tenga a Bologna. Organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio con il concorso di Genus Bononiae Musei nella Città e in collaborazione con Intesa Sanpaolo si svolgerà dal 7 al 10 maggio in vari punti della città. Il titolo di questo festival è significativo ed evocativo dei risultati della scienza medica: la lunga vita.

L’obiettivo, spiegano gli organizzatori è quello di indagare e raccontare le frontiere della ricerca più avanzata, dalla medicina preventiva a quella rigenerativa, dalle terapie del dolore alle nuove tecnologie come la telemedicina fino alle tecniche  di fecondazione assistita e alle discipline emergenti come la nutraceutica e la geroscienza.

Il festival è organizzato con lo scopo di intercettare diversi pubblici in diversi momenti della giornata e vedrà la partecipazione anche di 4 premi Nobel: Luc Montaigner (scopritore del virus dell’Hiv permio nobel nel 2008), Andrew Fire (biologo premiato nel 2006), Erwin Neher (biofisico premiato nel 1991) e Kary Mulli (biochimico premiato nel 1993).

Programma_Festival della Scienza Medica_7-10 maggio

“La lunga vita è stata una scelta quasi obbligata. L’Italia, dopo il Giappone è la nazione più longeva: una conquista ma anche una enorme responsabilità sociale” spiega Pino Donghi, uno dei referenti scientifici, con Gilberto Corbellini, del festival.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.