La guerra non finisce mai

genio pontelungo bologna bomba seconda guerra mondialeBologna, 20 ago. – Poco meno di cinquanta chilogrammi di ordigno, per trenta di tritolo. La bomba della seconda guerra mondiale trovata sul greto del fiume Reno al Pontelungo sarà neutralizzata domenica 23 agosto. Ad occuparsene il Reggimento genio ferrovieri di Castel Maggiore.

Da martedì una squadra è al lavoro per costruire una struttura di contenimento tutto attorno all’ordigno: servirà ad attenuare l’esplosione e ad evitare la dispersione delle schegge. Nessuna possibilità di spostare altrove la bomba. Senza più sicure e con le spolette già attivate, potrebbe esplodere durante il trasporto. Per questo il genio interverrà sul posto, e 4794 residenti dovranno abbandonare la zona durante l’operazione che, comunque, si concluderà entro la giornata.

In un anno, spiega il tenente Cosimo Rizzo del Genio, “ci occupiamo di neutralizzare 500 ordigni per un totale di 250, 260 interventi. Ogni giorno abbiamo una squadra al lavoro”. Il motivo è semplice: sull’appennino tosco-emiliano passava la linea gotica, la linea del fronte che nel 1944 divideva alleati e tedeschi. Non sono bastati settanta anni per fare sparire del tutto i resti della guerra.

Le indicazioni di Trenitalia:

Dalle 9.00 alle 17.00 di domenica 23 agosto i bus che sostituiscono i treni fra le stazioni di Bologna e Sasso Marconi – dove la circolazione ferroviaria è sospesa per lavori propedeutici al nodo ferrostradale di Casalecchio – non fermeranno a Bologna Borgo Panigale. Le operazioni non avranno invece alcuna ripercussione sulla circolazione ferroviaria.

Le indicazioni del Comune di Bologna:
A seguito del rinvenimento di un ordigno bellico risalente al 2° conflitto mondiale, di fabbricazione americana del peso di 100 libbre nell’alveo del fiume Reno in prossimità del Pontelungo, si rendono necessarie operazioni di bonifica a tutela della pubblica incolumità.

Domenica 23 agosto sono previste le operazioni di disinnesco e brillamento dell’ordigno dalle ore 8,30 alle 17.
Personale della Polizia Municipale in divisa provvederà, entro il 20 agosto, a consegnare a tutte le persone residenti e dimoranti negli immobili siti nei numeri civici delle vie interessate dalla danger zone, l’ordinanza del Sindaco (in allegato) e a raccogliere le segnalazioni di particolari necessità di assistenza.
Tutta la popolazione presente a qualsiasi titolo nella zona di pericolo, da considerarsi in un raggio lineare di 500 metri dal luogo in cui è ubicata la bomba, dovrà allontanarsi a titolo temporaneo e precauzionale, fino al termine delle operazioni.
Per i cittadini residenti nella zona che hanno necessità, saranno allestiti due punti di accoglienza accessibili dalle ore 7,30 fino a cessate esigenze presso:
– Centro Sportivo Barca – via Raffaello Sanzio 6
– Centro Sportivo Cavina – via Biancolelli 36.

È inoltre prevista l’attivazione di un presidio sanitario per persone che necessitano di particolare assistenza presso la Residenza Sanitaria Assistenziale “Villa Calvi” in via Calvi 5.

Per agevolare le richieste di informazioni e di assistenza da parte della cittadinanza, i centralini dei quartieri Borgo Panigale e Reno saranno a disposizione nei seguenti orari:
lunedì – mercoledì – venerdì – sabato: dalle ore 8 alle ore 14
martedì e giovedì dalle ore 8 alle ore 17

Quartiere Borgo Panigale: telefono 0516418211
Quartiere Reno: telefono 0516177898 – 97

I cittadini potranno inoltre inviare richieste tramite e-mail:
URPBorgoPanigale@comune.bologna.it
UrpReno@comune.bologna.it

Dati di caratterizzazione ambientale:
totale per danger zone: 500
totale residenti: 4794
under 6 anni: 303
over 75 anni: 622
single: 1284
numero famiglie: 1261

In vista dell’operazione di brillamento sarà inoltre necessario introdurre limitazioni alla viabilità privata e pubblica per tutta la durata dell’operazione che verrà avviata alle ore 8.30 e si concluderà con la deflagrazione controllata.

In particolare, ad est del fiume Reno non sarà accessibile l’area delimitata dalle vie: Speranza, del Cardo e Agucchi e tutto il tratto di via Emilia Ponente e laterali posto tra il fiume Reno e le vie Speranza e del Cardo.

Ad ovest del fiume Reno invece non sarà accessibile il tratto di via Triumvirato e laterali, posto tra la Rotonda Faccioli e via Emilia Ponente, così come il tratto di via Emilia Ponente compreso tra via Della Pietra e via Triumvirato. Sarà inoltre interdetto l’accesso alle vie: Del Greto e Caboto.

I percorsi alternativi consigliati nell’area interessata dall’operazione sono i seguenti:

a nord dell’area si consiglia di percorrere la tangenziale sia per i tragitti in direzione di Modena/Firenze che per quelli in direzione di San Lazzaro di Savena, mentre a sud dell’area interessata si consiglia di utilizzare viale Togliatti, con possibilità di rientrare su via Emilia Ponente da via della Pietra/Faggiolo, ad ovest del Reno e da via Battindarno, ad est del Reno.
Per la viabilità da e per l’Aeroporto si consiglia di usare comunque la tangenziale.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.