La Festa dell’Unità resta al Parco Nord

festa unitaBologna, 14 apr. – Niente trasloco all’Unipol Arena di Casalecchio. La Festa dell’Unità resterà a Bologna. Merito della una nuova offerta “estremamente vantaggiosa e valida” di Publieventi, società che gestisce l’area del Parco Nord. La srl che fa capo a Said Amini Navai, spiegano i democratici, non solo ha abbassato le proprie pretese economiche rispetto a quanto chiesto inizialmente al partito, ma ha anche garantito quanto in un primo momento escluso: la possibilità di utilizzare il Parco Nord per (almeno) i prossimi 4 anni.

Rispetto ai 930 mila euro del 2015, Publieventi aveva chiesto per la festa di quest’anno 1 milione e 50 mila euro, ( 100.000 € di canone di utilizzo, 930.000 € di allestimenti e 20.000€ di eventuali spese per danneggiamenti legate all’utilizzo delle strutture di proprietà). Una cifra sensibilmente superiore ai 700 mila euro che il Pd avrebbe pagato all’Unipol Arena di Casalecchio. La nuova offerta di Publieventi invece, oltre a garantire al Pd una possibilità pluriennale di programmazione per quanto riguarda la Festa, lascia la parte economica invariata rispetto al 2015. “E scegliere tra Casalecchio e Bologna a quel punto è stato facile, la festa rimarrà nella sua casa storica, dove è sempre stata”, spiega un democratico. “Sono soddisfatto, la Festa resterà a Bologna ed è giusto così”, si limita a dire Said Amini Navai.

Si legge in un comunicato del Pd: “Il Partito Democratico di Bologna, preso atto della nuova ed ulteriore proposta della società Publieventi srl, con la quale sono venuti meno i motivi ostativi che avevano indotto a valutare altre soluzioni per lo svolgimento della Festa Provinciale de l’Unità, ed a seguito delle consultazioni avvenute con i principali protagonisti della kermesse, annuncia che la nuova proposta formulata dalla società Publieventi Srl è stata accettata e che pertanto la Festa de l’Unità di Bologna continuerà a tenersi nella storica location del Parco Nord”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.