L’8 marzo è sciopero femminista: “Partecipo in quanto donna e immigrata”

Foto pubblicata sulla pagina Facebook di Non una di meno

8 mar. – L’8 marzo, Giornata internazionale della donna e giornata di sciopero femminista promosso dalla rete Non una di meno. “Partecipo in quanto donna e in quanto immigrata”, spiega Victoria, che da oltre 20 anni vive in Italia ma non ha dimenticato il “dolore di lasciare il proprio Paese, le persone care, familiari, amici, per andare in un Paese lontano, alla ricerca di una vita più dignitosa”. Oggi Victoria fa “la mediatrice in un centro di accoglienza” per Mondo Donna e lavora con giovani donne che hanno subito violenza nei territori dove sono nate e in quelli in cui sono transitate. Ma arrivare in Italia non significa sempre lasciarsi alle spalle tutto questo, perché la violenza si ripresenta tra le mura domestiche nella maggior parte dei casi e poi anche sul posto di lavoro: per questo Victoria sottolinea l’importanza di sganciare il permesso di soggiorno dalla condizione familiare e lavorativa e il diritto al non-respingimento.

“Le donne che subiscono violenza e dicono ‘no’ a un matrimonio, o a stare con un padre violento, diventano irregolari”, racconta Mina dell’associazione Nondasola di Reggio Emilia e dell’Osservatorio sulla migrazione femminile. Il rischio per le donne è quello di ritrovarsi costrette a “rimanere con un violento per non perdere i documenti”. Oltre a ribadire la necessità di sganciare quindi il permesso di soggiorno dalla condizione familiare, Mina aggiunge come il percorso per ottenere la piena autonomia per le donne migranti debba necessariamente passare per il reddito di autodeterminazione: “Noi esigiamo – conclude – che la donna abbia un minimo economico per poter scegliere, perché senza quello una scelta vera non ci sarà”.

In conduzione Roberta Cristofori

      Italia-Italie - 8 marzo 2018

Ogni giovedì dalle 9.30 alle 10 su Radio Città del Capo va in onda Italia-Italie, realizzata in collaborazione con Redattore Sociale, che vi racconterà le tante culture e le tante comunità che compongono il tessuto sociale di Bologna e dell’Italia. Italia-Italie vuole dare voce a tutte quelle persone che l’Italia la fanno ogni giorno.

Italia-Italie è una programma di Boubacar Ndia, Giovanni Stinco, Roberta Cristofori e Laura Pasotti. In onda tutti i giovedì dalle 9.30 alle 10 sulle frequenze di Radio Città del Capo (a Bologna Fm 94.700 e 96.250) e in streaming via web (www.radiocittadelcapo.it) e TuneIn. Potete scriverci a italiaitalieradio@gmail.com

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.