Influenza. Suini o bufale?

30 apr. – L’OMS ha confermato in giro per il mondo 236 casi  di cui 8 mortali, di quella che ora viene definita dalla UE “nuova influenza“, nota come influenza suina. Sebbene arrivino continue segnalazioni di casi sospetti da tutti i paesi, le verifiche hanno portato al momento ad un ridimensionamento delle cifre.

Nonostante non si parli d’altro dunque, molte cose sulla diffusione del virus A/H1N1 non sono chiare. Non è tanto la sua struttura genetica, oggetto di studio in molti laboratori, ma il suo impatto sulla popolazione a non essere ben definito. perché l’influenza suina ha causato finora solo vittime in Messico (numero per altro molto incerto ancora), mentre negli Stati Uniti, il secondo paese più colpito, fra le decine  di persone ammalate, non solo non risulta alcun caso mortale, ma a quanto se ne sa, solo poche persone sono stata ricoverate, mentre la gran parte degli ammalati hanno mostrato sintomi lievi? Questa domanda ieri se la poneva anche CBS News in un post intitolato Why Is Swine Flu A Killer Only In Mexico? e noi l’abbiamo fatta a Tom Jefferson, medico ed epidemiologo, autore di Aviaria. L’influenza dei polli? e di Attenti alle bufale: jefferson-01

A proposito di questa esplosione virale si ritorna a parlare di pandemia. Pandemia è già un nome che spaventa un po’,  ma il termine si riferisce alla gravità e intensità della malattia o solo alla trasmissibilità del virus e alla sua diffusione geografica? Sempre Tom Jefferson jefferson-02

Infine questo virus sembra avere una particolarità, quella di colpire le persone fra i 20 e i 45 anni. E’ così? jefferson-03

Tom Jefferson è anche autore del sito www.attentiallebufale.it

Il sito di rifetimento per questa epidemia è quello della OMS dedicato alla swine flu.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.