In strada in attesa della protezione internazionale. La storia di Oumar

Bologna, 1 dic. – Questa notte ha dormito in strada, così come è successo nelle ultime settimane. Alpha Oumar Cisse, 24 anni della Guinea, è arrivato a Bologna dopo essere stato respinto dalla Germania ad un passo da un contratto di lavoro. Colpa del regolamento di Dublino, che impedisce ad un migrante di rifarsi la vita in un paese che non sia quello di prima accoglienza. Oumar Cisse a Bologna non ha una casa, non ha praticamente documenti e ha dormito sotto i ponti e in stazione ma lì, racconta,  “la polizia ci caccia ogni notte”. Non è l’unico migrante che dorme in strada anche se in attesa di fare richiesta di protezione internazionale. Il suo appuntamento con la Questura per iniziare le pratiche di regolarizzazione è fra 10 mesi. In città sono stati in tanti ad aiutarlo, ma a lui – come ha raccontato Repubblica Bologna – servono due cose prima di tutto: un tetto e un lavoro. Oggi tenterà di accedere ai dormitori del Piano Freddo del Comune di Bologna. “Ma so che non è detto ci sia da subito spazio per tutti”, ha spiegato Oumar Cisse.

Italia-Italie lo ha intervistato. In studio Boubacar Ndia, Laura Pasotti e Giovanni Stinco.

 

      Italia-Italie - 30 novembre 2017

 

Aggiornamento: Oumar ha trovato un posto letto nel Piano Freddo del Comune di Bologna. La possibilità di permanenza, dicono le regole del Piano, è di 15 notti con possibilità di rinnovo.

Italia-Italie è una programma di Boubacar Ndia, Giovanni Stinco, Roberta Cristofori e Laura Pasotti. In onda tutti i giovedì dalle 9.30 alle 10 sulle frequenze di Radio Città del Capo (a Bologna Fm 94.700 e 96.250) e in streaming via web (www.radiocittadelcapo.it) e TuneIn. Potete scriverci a italiaitalieradio@gmail.com

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.