In Comune 650 dipendenti in meno in quattro anni. Conte: “Sarà la nostra sfida”

davide conto assessore bilancio personale bolognaBologna, 13 feb. – Da qui a quattro anni i 4300 dipendenti del Comune di Bologna diventeranno 3650. Il personale che lavora a Palazzo d’Accursio, in Liber Paradisus e negli altri uffici comunali ha un’età molto alta, e i pensionamenti sono all’ordine del giorno. E così da qui alla fine del mandato il Comune potrà contare su mille dipendenti in meno. Per colpa dei limiti imposti dalla legge al turn-over ne rimpiazzerà solo uno su quattro. Fatti tutti i conti nel 2020 i dipendenti comunali, stando l’attuale normativa, saranno 3600 circa. “Un numero non sufficiente a garantire il funzionamento della macchina comunale”, ha spiegato ai nostri microfoni l’assessore a bilancio, partecipate e personale Davide Conte. La sfida, spiega Conte, sarà quella di ottenere una modifica del rapporto tra assunzioni e pensionamenti, portandolo dall’attuale 1 a 4 ad almeno un 3 a 4. E quindi ogni quattro pensionamenti almeno tre assunzioni. Una battaglia che l’amministrazione conta di portare avanti anche tramite l’Anci, l’Associazione Nazionale Comuni Italiani.

L’audio dell’intervista completa a Davide Conte, ospite lunedì di Oltre le Mura

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.