Vigile “beccato” in moto sulla ciclabile. Aperta inchiesta interna

vigile1Bologna, 15 mag. – Capita spesso di vedere motociclisti indisciplinati che usano in modo scorretto le piste ciclabili, ma quando a farlo è un agente di polizia municipale che le regole dovrebbe farle rispettare allora sale l’indignazione. La notizia, in questo caso, arriva dall’associazione Salvaciclisti che parla di “inammissibile cattivo esempio” e stigmatizza il comportamento dell’uomo. Il Comando della Polizia Municipale, dopo aver appreso della notizia, ha avviato un’indagine interna

“Ieri mattina (mercoledì 14 maggio, ndr) intorno alle 08.30 un agente della Polizia Municipale  in motorino ha attraversato il passaggio riservato alle biciclette all’incrocio tra via della Grada e via Calori, ignorando il dissuasore, tra gli sguardi increduli dei passanti. Un abuso già molto diffuso e che la Polizia Municipale non solo non scoraggia, ma a quanto pare pratica occasionalmente. Il passaggio dei motocicli da quella barriera è stato reso di nuovo possibile dopo lavori effettuati alcuni anni fa, che hanno comportato il rimontaggio errato della dissuasore. Oltretutto quel passaggio fa parte della pista che collega Bologna a Casalecchio, una delle più utilizzate nei percorsi casa-lavoro per i casalecchiesi che lavorano a Bologna, e che libera parzialmente la città dall’intenso traffico dell’area metropolitana nelle ore di punta”.

vigile 2

“I ciclisti – prosegue la nota – sono stanchi dell’inciviltà dilagante nell’occupazione dello spazio pubblico da parte di auto sovradimensionate arrogantemente parcheggiate su marciapiedi, furgoni in sosta sulle piste ciclabili e abusi dei ciclomotori che utilizzano le ciclabili togliendo il già pochissimo spazio destinato alle biciclette. Siamo vessati dai furti nell’indifferenza generale, e dopo le multe alle bici legate ai pali, è inammissibile vedere un tale cattivo esempio da parte di un tutore dell’ordine”.
vigile 3

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.