Il Questore nega piazza Verdi a Salvini

Bologna 31 mag.- Il Questore ha deciso di non concedere piazza Verdi per l’iniziativa di Matteo Salvini in appoggio alla candidata sindaco Lucia Borgonzoni annunciata per il pomeriggio del 2 giugno. Ignazio Coccia l’ha comunicato a Luca D’Oristano, rappresentante dell’associazione Riprendiamoci Bologna (che è anche il nome di una lista che appoggia Lucia Borgonzoni) e poco dopo, direttamente via Facebook, il leader della Lega Nord spiegava che giovedì “sarà comunque in piazza” quale ancora non si sa.

Questo il messaggio di Salvini su Fb
VERGOGNA!
Sindaco e Prefetto hanno vietato la manifestazione della Lega in piazza Verdi a Bologna giovedì alle 18, impauriti dalle minacce delle zecche rosse dei centri a-sociali. Ma piazza Verdi è dei bolognesi o dei delinquenti?
Ma può una intera città essere ostaggio di 100 violenti???
Io comunque giovedì alle 18 sarò in piazza a Bologna.
Telefono del Comune 051 219311, della prefettura 051 6401111.
Se avete voglia di chiamare per ringraziarli…..
‪#‎bolognalibera‬

Il sindaco Virginio Merola, che ieri aveva esortato le autorità competenti a decidere, ha detto che si augura che adesso Salvini “non aggiunga provocazione a provocazione e rispetti la decisione assunta nell’interesse generale della nostra comunità”.

Intanto il collettivo universitario Cua, uno di quelli che aveva annunciato le “barricate anti Salvini” in piazza Verdi, ha deciso comunque di occupare la facoltà di Lettere in via Zamboni 38.

Nel suo provvedimento il questore Ignazio Coccia ha inserito valutazioni tecniche sulla presenza di un cantiere al centro della piazza combinate alle valutazioni di ordine pubblico sul forte rischio di contestazioni ed incidenti. Il no è motivato dall’articolo 18 del Tulps e la presenza del cantiere diviene centrale ma un passaggio viene anche riservato al fatto che Salvini sia stato sempre oggetto di contestazioni da parte delle realtà antagoniste bolognesi. L’iniziativa si può fare conclude il Questore ma “in un luogo diverso da concordare”. Va comunque specificato che piazza Verdi non è tra le piazze scelte come “elettorali” dalla commissione interpartitica.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.