Il nuovo disco dei Cristobal and the Sea dal vivo a Maps

18 mag. – Exitoca è il titolo del nuovo disco dei Cristobal and the Sea: in uscita il 22 settembre 2017 per City Slang, contiene le due tracce che la band ha suonato dal vivo a Maps e che potete ascoltare qua sotto, poco prima della data al FreakOut di un paio di settimane fa, una delle tappe italiane di un minitour che è stato “l’occasione perfetta per provare i nuovi brani, visto che hanno arrangiamenti più espansi e includono nuovi strumenti”. In attività dal 2012, la band è una sorta di organismo multinazionale di stanza a Londra, con membri anglosassoni, francesi, spagnoli, portoghesi e egiziani, nata per caso in una grigia cittadina universitaria britannica “in mezzo al nulla”.

Folk, indie, psichedelia e world vengono frullati nello stile del gruppo che ha un’idea ampia di suono a partire dal nome che ha scelto: “Dietro il nome della band c’è l’idea del viaggio, del mare, ma anche una discussione scherzosa che avviene tra noi a proposito delle origini di Cristoforo Colombo: ogni stato europeo rivendica i natali dell’esploratore, perfino i polacchi! Usando ‘Cristobal’ abbiamo accontentato Ale”, ha detto il portoghese João Seixas riferendosi al compagno di band spagnolo. Abbiamo anche indagato sull’origine della passione per la musica dei nostri ospiti: a parte qualche eccezione, come quella del nuovo membro, il batterista Youssef Ibrahim, un amore per lo più dovuto a genitori avidi collezionisti di dischi che ha incluso poco le musiche tradizionali o tipiche dei Paesi di origine dei membri della band. “Ma grazie ai membri spagnoli e portoghesi della band”, ha aggiunto Elliott Arndt, “ci ha aperto le porte per un sacco di musica che arriva dal sudamerica: la suoniamo insieme e influenza la nostra visione”, con un’attenzione particolare alla cumbia psichedelica degli anni ’70. Ma ritmi mediorientali e altre sfumature timbriche sono pronte a entrare nel suono della band, in attesa di potere ascoltare, dopo l’estate, il nuovo lavoro: “Arriva da un processo lungo e gratificante: le canzoni che sono finite sul disco e il modo in cui suonano ci piace, ne siamo orgogliosi. Musicalmente parlando ci sono elementi del tutto inaspettati, con un po’ di sperimentazione“.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.