Il giro del mondo in dieci canzoni: Altre di B presentano “Miranda!”

24 nov. – I ragazzi delle Altre di B, noto complesso bolognese attivo da oramai dodici anni, bandiera dell’indie rock cittadino e vecchia conoscenza di Rcdc, erano già passati a trovarci il mese scorso in occasione dell’uscita di Miranda!, album pubblicato dalla toscana Black Candy Records. In tale occasione Giacomo e Andrea, rispettivamente frontman e batteria del gruppo, ci avevano raccontato per filo e per segno le storie e le suggestioni del loro terzo disco in un emozionante ed inedito track by track che potete rivivere guardando questo video.


Miranda! è infatti un lavoro denso e stratificato, ricco di riferimenti geografici e storici: “È un omaggio all’omonimo capolavoro di Quirico Filopanti, l’inventore dei fusi orari” raccontano i règaz ai microfoni di Cotton Fioc. Un concept imperniato sulla geografia, sia nella sua accezione antropica, sia cartografica, nel quale le esperienze personali del gruppo e gli anni di viaggi e di tour sono stati materia vitale per la genesi dell’opera. Ci sono brani nati in aeroporto e brani dedicati ad aeroporti, canzoni che mirano a terre lontane ed il calore di una Bologna sempre presente in ogni riff; ci sono i ricordi dei tanti tour negli Stati Uniti e persino un omaggio a Sebastiao Salgado, il celebre fotografo brasiliano recentemente oggetto de Il sale della terra del maestro Wim Wenders.

In occasione del loro concerto di questa sera al Covo Club, appuntamento nel quale il quartetto presenta ufficialmente alla città il nuovo album, ieri pomeriggio abbiamo invitato nuovamente le Altre di B nei nostri studi, questa volta per un mini live di quattro brani. Oltre alla già citata Salgado, i régaz hanno suonato Tapis RoulantPotwisha – un brano concepito nei prati del Sequoia National Park, in California, durante il loro tour nella West Coast di due anni fa – ed Erevan, brano che prende in prestito il proprio titolo dalla capitale dell’Armenia.
Buon ascolto!

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.