Il default greco fa paura. “C’è chi teme il contagio politico”

grecia varoufakis

Yanis Varoufakis – foto Brookings Institution – CC BY-NC-ND 2.0

Bologna, 25 mag. – La Grecia dice non poter più pagare i debiti, ma questa volta il rischio di contagio è di natura politica. “Non si vuole concedere alla Grecia qualcosa che nei fatti è successo nel 2012″, spiega il prof. Paolo Figini, economista dell’Università di Bologna. Figini ricorda la ristrutturazione del debito ellenico di tre anni fa, con un primo default parziale, e parla di un paese “già fallito, se non tecnicamente sicuramente economicamente”, e con un debito pubblico ormai quasi totalmente in mano a Fmi, Bce e paesi europei.

“Non c’è più il rischio di contagio economico – spiega Figini – e infatti ormai si parla tranquillamente di Grexit, di uscita della Grecia dall’Euro, senza il crollo immediato delle borse. Il rischio è quello del contagio politico, e l’isolamento della Grecia non è casuale: si vuole evitare che in Spagna o in Francia o in Italia qualcuno in futuro faccia richieste simili a quelle che già oggi avanza il governo Greco”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.