Il Comune ferma la Ztl intorno al Palasport

Bologna, 17 giu. – Niente pedonalizzazione dell’area attorno al Paladozza, almeno per ora. Palazzo d’Accursio è pronto a congelare il piano che prevede la pedonalizzazione delle strade attorno al palasport. Lo dice il capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale Claudio Mazzanti e lo conferma il presidente della commissione Trasporti, il democratico Maurizio Ghetti. La novità è frutto di un incontro, che si è tenuto lunedì, tra il gruppo dei democratici a palazzo d’Accursio, il sindaco Virginio Merola e l’assessore alla mobilità Andrea Colombo.

L’incontro è servito, dice Mazzanti alla Dire, “a fare il punto su tutti i temi aperti in materia di mobilità. Si va avanti come da programma, ma alcune cose slittano- riferisce Mazzanti- perché non c’è il tempo materiale per farle”, con il mandato che scade tra un anno. Oltre ai Tdays, confermati, l’amministrazione andrà avanti sui progetti riguardanti piazza San Francesco, via Petroni e piazza Aldrovandi “perché sono già attivi- continua Mazzanti- i relativi laboratori di urbanistica partecipata”.

Discorso diverso invece per la zona del Paladozza. “Al momento la Ztl non si attua”, spiega il capogruppo. Prima di procedere, l’amministrazione intende, spiega Mazzanti, “esaminare le proposte dell’Ascom“, approfondendone la fattibilità e verificando “se quel piano può rispondere agli stessi obiettivi della Ztl”. Il pacchetto di proposte avanzato dai commercianti è giudicato “molto impattante” da Mazzanti, che sottolinea quindi il tema delle risorse.

Sull’area a traffico limitato intorno al palazzetto sono in campo due comitati differenti: uno contrario e uno favorevole. Il Comitato Palasport è da sempre contrario e più volte ha protestato, arrivando anche a bloccare il traffico in via San Felice. I favorevoli alla pedonalizzazione sono riuniti nel Comitato zona Riva Reno sostenibile.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.