Il camper di Emergency arriva a Bologna. “Così aiutiamo chi ha paura di andare dal medico”

unità mobile emergencyBologna, 19 ago. – Emergency sbarca a Bologna col suo camper bianco e rosso. Orientamento ai servizi sanitari presenti in città, supporto per la tessera sanitaria, per l’assegnazione del medico e per l’esenzione ticket, educazione e informazione sanitaria. Questi gli obiettivi dei due professionisti dell’associazione, un infermiere e una mediatrice culturale, che si sposteranno per la città e toccheranno a seconda del giorno della settimana Piazza XX Settembre, Piazza San Francesco, i dormitori Rostom e Beltrame e la zona del Pilastro. Ad affiancarli i tanti volontari bolognesi. Insieme, da lunedì al venerdì,  presidieranno luoghi sensibili dove poter entrare in contatto con quelle persone che faticano, per vari motivi, ad usufruire dei servizi del sistema sanitario nazionale.

Il debutto questo pomeriggio in Piazza dell’Unità. “Siamo arrivati alle 14 e in due ore abbiamo già parlato con una decina di persone, tutti senza permesso di soggiorno”, racconta Sauro Forni, infermiere e coordinatore del progetto bolognese. Il camper di Emergency non dà assistenza sanitaria – “i servizi in città funzionano” – ma apre le porte a tutti coloro che non riescono ad avvicinarsi ai centri medici bolognesi. Per questioni di lingua, di diffidenza verso la burocrazia o perché sprovvisti del permesso di soggiorno. “Ci sono degli ambulatori che assistono senza problemi queste persone, noi li indirizziamo lì”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.