Il Bologna cancella Bari battendo il Catania

Rossoblù al piccolo trotto in apertura:  è una partita da non sbagliare e il Catania viene da 5 vittorie consecutive.
Il rientrante Laribi schierato mezz’ala si fa notare con due tiri da lontano e su un cross sbagliato per poco non trova la rete con un pallone a spiovere che per un soffio non sorprende Gillet.
E’ il preludio del gol: Laribi lancia Cacia che si invola, serve Sansone che gli fa la sponda e appena entrato in area scarica un destro potentissimo che piega le mani a Gillet,
Il Catania appare piuttosto sotto tono e non trova nessuna reazione, anzi è il Bologna ad essere ancora pericoloso con una spizzata di testa di Cacia che finisce fuori di poco.

Nella ripresa ci si aspetta un colpo d’ala dalla squadra di Marcolin che però macina solo un po’ più di possesso palla e costruisce un’unica palla pericolosa su calcio d’angolo con Sauro. Poi i catanesi a forza di fare fallo sistematico sulle ripartenze rossoblù e ad accumulare cartellini gialli alla fine trovano anche il rosso: espulso Calaiò per un fallo da tergo su Krsticic e successive proteste. Dopo un breve intervallo straordinario per lo spegnimento dei fari d’illuminazione, il Bologna rientra e chiude i giochi: gli etnei perdono banalmente palla a centrocampo, Mancosu recupera e serve  Krsticic che rifinisce per Sansone, l’ex doriano  entra in area e fionda un siluro al sette che coglie il palo interno e fa calare il sipario sulla partita.

Tra i rossoblù in evidenza l’asse ex doriano: Gastaldello-Krsticic-Sansone, coadiuvati da un ottimo Casarini. Importante il ritorno al gol di Cacia, da segnalare anche un Mbaye in crescita da quando gioca più avanti con la difesa a tre. Bologna che recupera momentaneamente il secondo posto in attesa delle risposte sul campo di domani da parte di Vicenza e Frosinone. Proprio i ciociari saranno i prossimi avversari dei rossoblù in quello che ha tutta l’aria di essere uno spareggio per la A.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.