I dischi della settimana di Class, Maps e Humus

dischisettcentro

DiscoClass
Parquet Courts – Human Performance – Rough Trade
Potrebbero risultare troppo citazionisti e un po’ contorti i quattri ragazzi col capello spettinato e lo sguardo di chi si è appena svegliato, trasferitisi dal Texas a Williamsburg, ma il loro modo di affondare le mani e gli strumenti nella storia del suono rock di questi ultimi decenni li rende molto contemporanei e poco citazionisti. Molto americani, quindi, con un bell’approccio punk nel comporre e una notevole consapevolezza poetica che li rende uno dei gruppi più lucidi e freschi nel panorama della musica underground. Disincantati.

DiscoMaps
Teho Teardo & Blixa Bargeld – Nerissimo – Specula Records
Tre anni fa, con Still Smiling, i due musicisti dimostravano che collaborare non era un vezzo, ma una necessità: un’urgenza confemata da un ep, Spring!, e da questo nuovo lavoro profondo e multistrato a partire dalla copertina, che cita apertamente Gli ambasciatori di Holbein il giovane. Italiano, inglese e tedesco, elettronica e legni, scienza e magia e tutti i colori che include il titolo (nonché tracce di apertura e chiusura) in un album che la coppia presenterà dal vivo giovedì al Locomotiv per la rassegna Murato e che racconterà sempre il 5 maggio in diretta a Maps.

DiscoHumus
The Comet is Coming – Channel the Spirits – Leaf 

Disco di debutto per questo esuberante trio londinese. La loro è una musica incandescente, densa e tellurica; un pulsante magma creativo che ribolle in una fornace sonora dove si mescolano hard-bop e funk psichedelico, elettronica e krautrock. A sessant’anni dal disco di debutto, il jazz cosmico di Sun Ra e la sua Arkestra continua a fare proseliti. I tre giovani musicisti attingono alla sua mitologia in maniera inequivocabile, a partire dal nome che si sono scelti e dai titoli dei brani. Poi ci sono gli pseudonimi: Danalogue the Conqueror (sintetizzatori, tastiere), Betamax Killer (batteria), King Shabaka (sax).

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.