I Cani e Aurora: parla il bassista e grafico della band

icani

15 apr. – Questa sera, per la terza giornata consecutiva, I Cani riempiranno il Locomotiv Club, per un altro imperdibile appuntamento con Murato. La rassegna che – in collaborazione con Unhip Records – porta da una dozzina d’anni in città le migliori realtà musicali nazionali e internazionali, ha visto la band di Niccolò Contessa come ospite dell’appuntamento di aprile. Ad aprire le tre date bolognesi Daniele Carretti, già degli Offlaga Disco Pax, con il suo progetto solista Felpa: e proprio con Daniele abbiamo intervistato a Maps il bassista, ma anche grafico de I Cani, Valerio Bulla. Il musicista reggiano ha notato gli arrangiamenti minimali del disco, che donano originalità al cantautorato della band: “C’è molto di Niccolò in tutti i dischi, della sua sincerità e spontaneità. I suoi ultimi ascolti l’hanno avvicinato a suoni più dilatati e tempi più lenti, da cui anni fa era distante. Ha iniziato a comporre piano e voce, con un songwriting più intimo e cantautorale, anche quando parla di tematiche universali e scientifiche“.

Abbiamo approfittato di Valerio anche parlare dell‘immaginario visivo della band romana: “Per Aurora a Niccolò è venuta l’idea di mettere all’interno del suo occhio una galassia che si mischia con l’iride: l’album è da un lato molto intimo, dall’altro proprio l’opposto. L’immagine di copertina ci pareva racchiudesse questo concetto, senza che fosse troppo trendy o hipster“. Una copertina originale, pensata per il formato del vinile: “Abbiamo usato un adesivo per nome della band e titolo del disco, per lasciare l’immagine più pulita possibile”.

E infine abbiamo chiuso l’intervista indagando sulla particolare posizione di Valerio: Bulla, infatti, pur essendo in pianta stabile nella formazione live della band, fa parte di un gruppo che è formato… da un solista. “Questo è bellissimo: pochi oneri e molti onori. La tua vita personale, considerando la poca sovraesposizione della band, non è toccata, per fare un esempio. Questa cosa – parlo per me ma anche per gli altri della band – è un sogno: vai a suonare con gli amici di una vita, allineati alle scelte di Niccolò. Ma è un progetto che ci rappresenta, non ci sentiamo dei turnisti”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.