Il giornalismo corre in chat, tra Telegram e Snapchat

Bologna, 4 apr. –  C’era una volta l’url diretto, poi il potere assoluto del motore di ricerca, poi il social network… ora potrebbero essere i messaggi la nuova porta da cui gli utenti della rete accedono per leggere le notizie.

Una realtà ancora in evoluzione ma che segue la tendenza dei più giovani ad utilizzare i sistemi di messaggistica per condividere le informazioni, più dei “tradizionali” social network. Whatsapp fa ancora la parte del leone in Italia, ma sempre più utenti apprezzano Telegram e Snapchat.

Diverse testate giornalistiche stanno sperimentando questo nuovo mezzo di comunicazione. Anche Radio Città del Capo.
A Pensatech ne abbiamo parlato Alessandro Cappai (@alessandro_c), giornalista de La Nuova Periferia, che si occupa da anni di innovazione nel giornalismo e giornalismo digitale e Chiara Severgnini (@chsever) giornalista, collaboratrice de La Stampa.

Download

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.