Giorgio Canali e Rossofuoco: Perle per Porci live

giorgiocanali

5 apr. – Il 18 marzo è uscito per Woodworm il nuovo album di Giorgio Canali e Rossofuoco: si intitola Perle per porci, ed è un disco di cover molto particolare. “Avevo voglia di fare questo disco da tanto, tanto tempo”, ha raccontato Canali a Maps la scorsa settimana, quando è venuto nei nostri studi per un minilive insieme a Marco Greco. “Con i Rossofuoco eravamo in un tour eterno e non avevamo tempo di fare un disco di materiale nuovo. Ma io avevo un pacco di pezzi bellissimi che ho ascoltato e che nessuno ha mai sentito: perché la gente è cieca, ha il paraocchi“: i nomi raccolti nel disco sono di band che non erano sotto i riflettori come invece lo erano “molte meteore dell’indie che poi sono sparite”. Un album di cover, insomma, per rendere giustizia a Corman e Tuscadu, Macromeo, Frigidaire Tango e tanti altri musicisti, per farli scoprire o riscoprire.

Ma nella tracklist dell’album ci sono firme anche più note, da Faust’O a Francesco De Gregori, che comunque hanno colpito Canali: “Per piacermi una canzone deve emozionarmi: quando mi emoziono più volte, quando reitero l’emozione, quella canzone è mia e voglio prima o poi cantarla, suonarla e prima o poi registrarla: ‘Storie di ieri’ è una di quelle, è il pezzo cronologicamente più vecchio del lotto e la amo da quarant’anni”, ha detto Giorgio ai nostri microfoni, spiegando anche la scelta di un brano di Vasco Brondi – Le luci della centrale elettrica, da lui prodotto. “Quando ascolto musica, soprattutto la mia o quella che produco, cerco di sentirla dal punto di vista di chi l’ascolta, non di chi la suona: mi metto nei panni di una ragazza bruttina che ascolta musica”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.