Gambarelli: “Xm24 una grande occasione sprecata”

bruna-gambarelli-assessore-cultura-comune-bologna
Bologna, 3 feb. – Il mancato accordo con l’Xm24 “è stata una grande occasione sprecata“. Non nasconde il suo rammarico l’assessore alla Cultura del Comune di Bologna, Bruna Gambarelli, per la piega che ha preso la vicenda del centro sociale di via Fioravanti. Ma l’assessore comunque non chiude alla possibilità di trovare una sede alternativa. “E’ un’ipotesi che è stata ventilata in commissione- ricorda- quindi dovrà essere verificata”. Gambarelli torna sulla questione a margine del Consiglio comunale di oggi, dopo aver risposto in aula alle interrogazioni del leghista Umberto Bosco e del civico Manes Bernardini.

Al posto dell’Xm24 una caserma dei carabinieri

 

L’Xm24 dovrà lasciare l’immobile entro il 30 giugno, ma ha già dichiarato di non volersene andare. “Loro hanno il diritto rispondere come credono- afferma l’assessore- noi vedremo come procedere”. Di certo, si rammarica Gambarelli, “è stata una grande occasione sprecata. L’intenzione di tentare una strada di collaborazione avrebbe comportato impegni” da parte sia del Comune sia del centro sociale, ma “purtroppo non hanno portato all’esito che ci auguravamo”. Eppure, rivendica l’assessore, “il tentativo era incredibilmente nobile”, anche perché l’Xm “fu messo lì senza titolo”. Quindi “andavamo nella direzione giusta- insiste Gambarelli- ma non tutte le sperimentazioni possono portare sempre nella direzione di essere accolte positivamente dai residenti o dall’intera città”.

A breve non sono previsti incontri con gli attivisti del centro sociale. Ma l’assessore comunque avverte: “Se una realtà vuole collaborare con un’istituzione, per svolgere attività considerate importanti per il Comune e per i cittadini, deve sedersi al tavolo e avere una relazione di accettazione e rispetto reciproco. Queste sono le condizioni e valgono per tutti” (Dire)

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.