G7 ambiente. A Bologna il contro vertice. “Attivisti da tutto il mondo per cambiare sul clima”

Una manifestazione ambientalista in Inghilterra. Foto flickr – CC BY 2.0

Bologna, 18 mag. – Mancano tre settimane al G7 ambiente, il vertice delle grandi potenze mondiali che si ritroveranno sotto le Due Torri dal 10 al 12 giugno. “Sarà una grande occasione, Bologna diventerà la capitale mondiale del clima e ci troveremo per fare il punto della situazione su tutti gli obiettivi ambientali che avremo di qui ai prossimi anni”, ha spiegato il ministro dell’ambiente Gianluca Galletti. In città arriveranno rappresentanti di Usa, Canada, Francia, Regno Unito, Francia, Germania, Giappone e Italia, oltre ovviamente a quelli dell’Unione europea. Ingente il dispositivo di sicurezza, si parla di 500 poliziotti e 200 militari.

In preparazione, parallelo e fortemente critico nei confronti del vertice istituzionale, c’è anche un contro-G7. Ad organizzarlo un insieme di associazioni, collettivi, centri sociali, gruppi politici e attivisti che arriveranno da tutto il mondo per chiedere una vera svolta sui temi ambientali. “Il fatto che al G7 ci sarà Donald Trump o un suo rappresentante dice già molto sull’effettiva capacità delle istituzioni di fare qualcosa di concreto – spiega Francesco Luca Basile, uno degli organizzatori del contro vertice – Non dimentichiamoci che le posizioni dell’amministrazione Trump sono negazioniste, per loro i cambiamenti climatici non sono influenzati dall’uomo”.

      Francesco Luca Basile

I primi eventi in città per il contro G7 si vedranno già da lunedì 5 giugno, mentre domenica  11 ci sarà una grande manifestazione che sfilerà per le strade di Bologna. “Ci attendiamo migliaia di persone in piazza”, spiega Basile. Il parco tematico del contro vertice si svilupperò invece attorno al giardino 11 settembre, a due passi dalla Cineteca. Attesa a Bologna una delegazione dei Sioux americani in lotta contro il Dap (Dakota Access Pipeline), l’oleodotto di 2 mila km che attraverserà la loro riserva di Standing Rock.

Gli attivisti bolognesi, dove aver costituito un comitato locale poi ampliatosi a livello nazionale, annunciano un’assemblea pubblica regionale per martedì prossimo (23 maggio), in vicolo Bolognetti.

Scrivono gli attivisti del contro G7 sul loro sito:”In una situazione in cui la temperatura complessiva del pianeta è in costante aumento avvicinandosi in maniera allarmante verso i +2 C°, soglia oltre la quale viene messo in discussione l’equilibrio ambientale del Pianeta – mentre l’aria che respiriamo è sempre più inquinata e la terra in cui viviamo è depredata e compromessa da modelli produttivi insostenibili, non è accettabile un passo indietro rispetto agli obiettivi – seppur insufficienti-  dell’accordo di Parigi”.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.