Fusione “fredda”, mito o realtà?


Prof. Sergio Focardi - Ing. Andrea Rossi

Da almeno vent’anni si parla di “fusione fredda”,  Venerdì scorso in uno dei tanti capannoni della zona industriale Roveri un bel po’ di idrogeno è stato pompato in una macchina che conteneva nichel e i due elementi avrebbero deciso di “sposarsi”, cioè di fondere i loro nuclei rilasciando un quantitativo X di energia e “partorendo” un po’ di rame. Grazie a questo processo, partendo da 0,6 Kw se ne sono ottenuti in maniera costante circa 12 kw, dal punto di vista non solo accademico, ma anche tecnologico e, non secondariamente, economico ci troveremmo alle porte di una nuova rivoluzione in campo energetico pari a quella dello sfruttamento della fissione atomica. Ne abbiamo parlato con i protagonisti dell’esperimento, ascolta la trasmissione fusione-fredda2_sito

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.