Fronda dentro al Pd. Merola: “Con me o fuori”. Critelli: “Un equivoco”

Bologna, 17 set. – “Volevano fare un ordine del giorno contro di me: decidano se stanno nel Pd oppure se trovano un’altra collocazione“. Il sindaco di Bologna Virginio Merola dà l’aut aut alla fronda cattolica dentro al partito, guidata dalla consigliera comunale Raffaella Santi Casali. L’occasione è la stesura di un documento in cui maggioranza e opposizione potessero esprimere “apprezzamento e fiducia” nel lavoro della magistratura sul caso del divieto di dimora per il portavoce del centro sociale Tpo Gianmarco De Pieri. Nell’odg si sostiene che “non rientra tra i compiti degli amministratori pubblici il giudizio” sulle decisioni dei giudici e allo stesso tempo si ricorda l’autonomia della politica. Una presa di posizione che avrebbe dovuto mettere un punto fermo alla discussione, come chiese il sindaco dopo alcuni giorni di comment. Ma invece ha rischiato di creare uno strappo dentro al Pd, come risulta chiaro dalle dichiarazioni rilasciate oggi del sindaco

“Il sindaco avrà avuto le sue buone ragioni per dire queste cose”, afferma il capogruppo in consiglio comunale Claudio Mazzanti, convinto però che non ci sia nessuno strappo all’interno del gruppo

Parla di vero e proprio “equivoco” Francesco Critelli, convinto che nessuno remi contro Merola e la sua ricandidatura a sindaco. Il segretario del Pd di Bologna ha affidato il suo pensiero sulla vicenda di oggi a una nota, in cui auspica un chiarimento, soprattutto in vista delle prossime elezioni comunali del 2016.  Pensando a quella scadenza, Critelli avverte che solo “l’unità del Pd” e il “rispetto dei suoi rappresentanti a tutti i livelli potrà vederci protagonisti assieme al sindaco Merola”. Poi esrime apprezzamento per l’odg unitario e per il suo “punto di vista equilibrato”.

In merito al presunto odg contro il sindaco, “non mi risultano esserci mai stati testi scritti ‘contro il Sindaco Merola’, ma anzi al contrario un lavoro positivo operato dai consiglieri del gruppo Pd, a partire dai primi firmatari del testo oggi presentato. Nessuno rema in direzione contraria a quanto deciso dal partito a fine luglio, se così fosse sarei il primo ad intervenire”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.