Franciosi (Flai-Cgil): “Gli schiavi nel settore carni? Anche colpa di Poletti”

poletti ministro 2
Bologna, 2 feb. – Cinquantamila lavoratori in Italia, diecimila in Emilia. Senza contare tutti coloro che lavorano nel sottobosco di appalti e subappalti, perché altrimenti quei numeri sarebbero molto più alti. E’ il settore della lavorazione delle carni, uno dei fiori all’occhiello della provincia di Modena. Un settore da tempo attraversato da scioperi, picchetti, tensioni di fronte agli stabilimenti che riforniscono i marchi più conosciuti. “La situazione sta peggiorando anno dopo anno, e nessuno interviene. Anzi il ministro del lavoro Giuliano Poletti con i suoi provvedimenti non ha fatto che peggiorato la situazione“, spiega Umberto Franciosi segretario della Flai Cgil Emilia-Romagna. Franciosi non esita ad usare la parola “schiavi”, viste le condizioni di lavoro e la compressione dei diritti dei lavoratori del settore.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.