Fiorino dal vivo a Maps: “E ora voglio sporcare tutto” – AUDIO&VIDEO

fiorino

12 apr. – Questa volta Matteo Fiorino non è venuto da solo a Maps: con lui Shiva Bakta alle tastiere, Simone Aiello al basso e Matteo Sideri alla batteria. In formazione full band il musicista ci ha raccontato le ultime novità, ha suonato per noi un inedito e due brani tratti da Il masochismo provoca dipendenza: “Il disco è in ristampa”, ha raccontato Matteo ai nostri microfoni, “e in questi giorni sono entrato nel roster di Phonarchia“, l’etichetta a cui dobbiamo il bellissimo video che illustra una canzone dello showcase. “E inoltre”, ha aggiunto il musicista, “siamo arrivati in finale al Premio Buscaglione“. Insomma, un periodo decisamente positivo, caratterizzato dal lavoro con i musicisti: “Ho voglia di divertirmi, voglio sporcare tutto: con una Telecaster non ci sono vie di mezzo, anche da pulito sei comunque ruspante“. E in effetti i brani che potete ascoltare qua sono decisamente più rock di quanto Fiorino ci abbia abituato ad ascoltare. “Sono canzoni che su disco sono complicate sia nelle strutture che negli arrangiamenti: con la band, quindi, per la preparazione del live abbiamo semplificato un po’ le cose“.

Con il nostro ospite abbiamo anche parlato del futuro: “Ci sono nuove canzoni già scritte, pronte per fare un disco: stiamo cominciando a ragionare su che veste dare a questi nuovi brani. La grossa differenza rispetto al primo lavoro è che questa volta ho una band, o meglio, dei musicisti: perché con una band si prova tanto e si litiga poco, io invece con loro”, ha raccontato Matteo riferendosi a chi sta lavorando con lui, “mi vedo poco e vado d’accordo. L’idea del disco è di creare una band intorno a queste canzoni, che sono un po’ più dirette e si prestano di più ad arrangiamenti da gruppo”. Aspettiamoci parti elettriche e un lavoro decisamente più scarno di quello a cui siamo abituati: lavoreremo più sugli ingredienti che sulla preparazione”. Un assaggio già ce l’abbiamo con l’inedito che i ragazzi hanno suonato, “Canzone senza cuore”, ma dovremo aspettare un anno per conoscere il nuovo lavoro di Matteo Fiorino. Intanto godetevi questo bellissimo showcase, anche grazie alle bellissime riprese e al montaggio di Saiara Pedrazzi.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.