Festareggio 2016: la cittadella della musica dal vivo

festareggio-campovolo-2016-concerti

 

Bologna, 16 ago – “Gli spettacoli proposti hanno tutti una cosa in comune: sono belli e di altissima qualità, perciò siate curiosi“. Parola di Alberto Bigi, consulente per l’Arci di Reggio Emilia, parte attiva nel costruire la seconda edizione della rassegna musicale che prende il via al Campovolo di Reggio Emila sabato 20 agosto, FestaReggio.

Ai microfoni d Mari & Monti Alberto non nasconde la soddisfazione e racconta della “volontà di cambiamento di un nuovo gruppo dirigente giovane che ha dato importanza a generi che negli ultimi anni erano stati un po’ abbandonati”. Ne è nato un programma davvero ricco, in grado di soddisfare i “palati molto fini ma anche tanti gusti diversi”. Si va infatti dal reggae al rock, fino a diverse sfumature dell’elettronica, con un occhio attento alla musica indie italiana e al cantautorato di alta qualità.

Il week end di fine agosto vede protagonista un festival di genere, il Campovolo reggae: una tre giorni con Alborosie sul palco venerdì 26, seguito nei due giorni successivi da Max Romeo e Africa Unite e anticipata già domenica 21 dalla performance del beat boxer di Melbourne Dub FX, al secolo Benjamin Stanford.

Prima e dopo c’è ampio spazio per il rock: si parla ancora australiano con i potenti Wolfmother, in programma venerdi 24 (introdotti dagli italianissimi Giuda, nostri ospiti il mese scorso in occasione del loro live al Pilastro), per arrivare alla’unica data italiana dell’icona vivente della storia del rock Eric Burdon, il settantacinquenne britannico che salirà sul palco dell’Arena Centrale con i suoi Animals, davanti ad un pubblico scatenato e magari pronto a cantare e ballare Don’t Let Me Be Misunderstood!

Dopo una partenza a battiti decisamente elevati, con la serate inaugurale affidata all’esplosivo dj set di Planet Funk sabato 20 agosto e passando per il rock psichedelico degli inossidabili e redivivi inglesi Kula Shaker (lunedì 23) e per lo show che si preannuncia divertentissimo del duo belga Soulwax (giovedì 25), a settembre le atmosfere si addolciscono (ma non troppo) con lo stile raffinato e l’impegno sociale di Rokia Traorè, cantante maliana ritenuta una delle regine della musica africana, nominata anche Commissario per i rifugiati dall’Onu.

Il 7 e l’8 è il turno rispettivamente di Salmo, richiamo per i giovanissimi, dalla scena hip hop italiana (e che aveva già partecipato l’anno scorso ad aprire il concerto dei Prodigy) e di Francesco Gabbani, trionfatore a Sanremo e vincitore del disco d’oro con le 25000 copie vendute dal tormentone Amen.

Ed ecco il momento di due musicisti che non hanno più bisogno di presentazioni nel panorama italiano: Vinicio Capossela, sul palco il 3 settembre  con le Canzoni della Cupa, il doppio album di inediti frutto di 13 anni di lavoro e composto da due lati, Polvere e Ombra, a cui seguono due tour , perchè “doppio è il disco e doppio il concerto” ha detto Capossela: “all’aria aperta, nella stagione calda, il concerto denominato Polvere e nel chiuso dei teatri, il prossimo’autunno, il concerto denominato Ombra”.

In mezzo c’è spazio per lo show di Vinicio al Campovolo, che con i 30 euro del biglietto d’ingresso è la data più costosa del cartellone: è infatti l’unica che supera i 15 euro: questo il prezzo per assistere il 9 settembre allo spettacolo di Daniele Silvestri, punto d’arrivo di un lungo e trionfante tour prima teatrale poi outdoor che ha fatto registrare il sold out in tutta la penisola. Con Acrobati, l’ultimo disco di inediti, Silvestri tocca tutti i generi, le passioni umane e l’impegno politico che lo caratterizza da sempre e porta sul palco un concerto travolgente per qualità e intensità.

Il quadro di settembre si tinge di Aurora venerdì 2 con l’esibizione de I Cani di Niccolò Contessa e il pop ad alta qualità di Motta (già ospite dal vivo a Maps questa primavera) che chiude il festival l’11 settembre.

Il cartellone di Festareggio è completato da una proposta di spettacoli comici e da due serate di festa: una inaugurale il 18 agosto ed un’altra, Random, prevista per il 10 settembre.

Ecco l’intervista realizzata da Laura Marongiu e Lorenzo Baldo con l’organizzatore Alberto Bigi durante Mari & Monti:

 

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.