La Festa dell’Unità è al Parco della Montagnola

 

bandiere pd

Bologna, 20 apr. – Per festeggiare i 70 anni di Feste dell’Unità – la prima fu organizzata in Lombardia nel ‘45 – quest’anno la manifestazione bolognese torna nel luogo in cui si svolgeva originariamente, il Parco della Montagnola.  È qui infatti che si è tenuto l’evento dal ‘51 al ‘73. La Festa prenderà il via il 21 aprile per concludersi il 3 maggio.

L’intervento di Matteo Renzi è previsto nella giornata di chiusura, il 3 maggio. Francesco Bonifazi, tesoriere del Pd, ha dichiarato in conferenza stampa che “per quanto riguarda il Presidente del Consiglio, ovviamente, bisognerà considerare gli impegni istituzionali, ma credo che probabilmente verrà”.

Per il programma definitivo dell’intera manifestazione bisognerà aspettare ancora qualche giorno ma già definito è invece il programma della rassegna organizzata da La Casa dei Pensieri – associazione per la promozione della cultura del libro – che anche quest’anno sarà ospite della Festa con undici appuntamenti che si svolgeranno nello stand-libreria sotto il titolo “Lo sfondo, gli orizzonti”. Ne parla in conferenza stampa il direttore artistico di Casa dei Pensieri e poeta Davide Ferrari. Ci saranno presentazioni di libri e incontri come punti di partenza per riflessioni più ampie relative ad alcuni temi attinenti la cultura del territorio bolognese. Oltre a quello dei settant’anni di Feste dell’Unità, tali incontri si legheranno a diversi anniversari. Quest’anno infatti ricorrono il settantesimo dalla Liberazione, i 350 anni dalla nascita del pittore bolognese Giuseppe Maria Crespi e i quarant’anni dalla morte di Pasolini. Verranno ricordati nella rassegna anche altri anniversari specifici: i sessant’anni de L’Espresso e i trent’anni de La Casa dei Pensieri. Sabato 25 aprile, ore 21.00 si terrà l’anteprima del “Premio Gino Agostini” dal tema “cinema e democrazia” alla presenza del regista Giorgio Diritti, del direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli e dell’Associazione culturale Kinodromo. Gino Agostini a cui è dedicato il premio è stato un partigiano e un produttore cinematografico indipendente molto importante per Bologna. Altri ospiti di rilievo della rassegna della Casa dei Pensieri saranno gli scrittori Marcello Fois, Ermanno Cavazzoni e Patrick Fogli.  Qui il programma completo della rassegna.

Viste le caratteristiche del Parco della Montagnola, spiegano gli organizzatori, non saranno montate grandi strutture. La tradizione delle feste con volontari dietro i fornelli però sarà rispettata. Sarà allestito un unico grande ristorante, dove i volontari offriranno i cibi tipici dell’Appenino bolognese, insieme ad altri piccoli punti di ristoro.

 

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.