Fertility Day. A Bologna salta il “villaggio della fertilità”

Bologna, 5 set. – Il “villaggio della fertilità” non si farà. Il Comune di Bologna ha chiesto ed ottenuto dal ministero della Sanità di annullare l’iniziativa, che si sarebbe dovuta svolgere in piazza Nettuno nell’ambito del Fertility day del prossimo 22 settembre. A comunicarlo al Consiglio comunale è l’assessore alla Sanità, Luca Rizzo Nervo, intervenendo nel dibattito sull’ordine del giorno presentato da Coalizione civica per chiedere alla Giunta di rescindere l’accordo siglato tra Comune e Ministero.

La campagna comunicativa affiancata al Fertility day ha “tradito profondamente l’impostazione originaria di questo evento”, ribadisce Rizzo Nervo, perché il tema della fertilità è stato trattato “in maniera sbagliata e a tratti anche abbastanza volgare”. Un preciso “disappunto” che il Comune ha comunicato al ministero, spiega l’assessore, con l’obiettivo di “verificare la possibilità di ritornare ai presupposti” originari dell”iniziativa. Ad oggi, a tal proposito, “riscontriamo alcuni elementi di novità”, dichiara Rizzo Nervo, segnalando innanzitutto “la scelta del ministero, già esplicitata, di ritirare la campagna sui social con un’ammissione, che avremmo apprezzato fosse un po’ più netta, dell’errore” compiuto. Inoltre, il premier Renzi “ha chiarito che la campagna non rappresentava la sensibilità del Governo sul tema”, aggiunge l’assessore. Di conseguenza, “abbiamo chiesto e condiviso con il ministero- rende noto l’assessore- di annullare la parte in piazza della manifestazione, il cosiddetto ”villaggio della fertilità, per varie ragioni e anche perché avrebbe dovuto ospitare la campagna”. Questa richiesta “è stata accolta”, aggiunge Rizzo Nervo: la partecipazione di Bologna al Fertility day, dunque, “non prevede più la parte del villaggio”.

Sotto le Due torri, a questo punto, il Fertility day “si concentrerà in un convegno medico sulla salute sessuale e riproduttiva delle donne e degli uomini”, riferisce l’assessore, sottolineando che anche la location di questo appuntamento è stata cambiata per evidenziarne la natura di fondo: la tavola rotonda non si svolgerà più nella biblioteca Salaborsa ma nell’aula magna del policlinico Sant’Orsola. (Agenzia DIRE)

L’ipotesi di un annullamento dell’evento era stato anticipato dall’assessore Rizzo Nervo in onda sulle nostre frequenze, nella trasmissione dedicata al tema

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.