Femina Ridens: “Oggi è faticoso essere” – live

feminaridens

1 dic. – “Femina Ridens è un progetto che nasce da me, ma Massimiliano Lo Sardo ne è parte integrante”, ci ha detto Francesca Messina quando è venuta a trovarci a Maps. Ma questa è solo l’ultima incarnazione artistica di Francesca: “Ho iniziato molto presto, negli anni ’80, come turnista; negli anni ’90 ho avuto un successo planetario con il nome di Lady Violet, ma dopo feste con Duran Duran, Bon Jovi, e i Festivalbar mi sono resa conto che volevo fare qualcos’altro”. E il qualcos’altro all’inizio non aveva a che fare con la musica, bensì con il teatro: anche in quel caso, la nostra ospite ha snocciolato nomi di un certo calibro, come quello di Lucia Poli.

Ma infine la voglia di scrivere canzoni per Francesca si è tradotta in realtà con questa ultima incarnazione, che prende il nome da un film cult del 1969 di Piero Schivazappa, che raccontava delle trasformazioni della sessualità in quell’epoca. “Volevo qualcosa di allettante, come nome, ma anche provocatorio e erotico e che soddisfacesse il mio gusto retrò“, ha specificato Francesca, raccontandoci anche le sue volontà intorno all’ultimo disco, Schiaffi. “Era mia intenzione parlare del rapporto tra mente e corpo: questa è un’epoca in cui ci sono continue stimolazioni sessuali. Come si fa a non cantare una cover di ‘Masturbati’?”: è una delle due canzoni che Francesca e Massimiliano hanno suonato dal vivo, allestendo in maniera ineccepibile il nostro studio ospiti.

“Ho bisogno di uno sguardo più vero: siamo invasi da una fisicità fasulla, lo sguardo è sempre più virtualizzato, siamo tutti voyeur, ma quanto lo si sente veramente?”: nell’intervista che potete ascoltare qua sotto, Francesca ha specificato che il discorso non vale solo per il corpo femminile, ma ha più a che fare con l’essenza vera. “Oggi è faticoso essere, punto”, ha concluso la nostra ospite.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.