Fast Animals and Slow Kids: live con cover di George Michael

fask

5 feb. – Domani i Fast Animals and Slow Kids suoneranno per l’ultima volta dal vivo, all’Alcatraz di Milano. “Nel senso che, dopo questo tour e cinque anni di non-stop, ci prendiamo una pausa a tempo indeterminato“, ha raccontato a Maps Aimone Romizi, il frontman della band umbra, protagonista venerdì scorso del primo Murato del 2016 in un Locomotiv Club sold out e sudatissimo, come il video sotto ben testimonia. La band ha voluto sul palco con sé per queste sette date del Grand Final Tour, uno dei musicisti cardine dell’ultimo Alaska, cioè Nicola Manzan / Bologna Violenta, che è stato ospite in studio insieme al quartetto.

“Sono il vecchio della situazione”, ha ammesso Manzan. “Alaska è il disco della maturità dei FASK, molto forte e drammatico: suonarlo dal vivo è bellissimo, amo molto questi ragazzi. Sono persone ansiose, ma molto professionali”. Tant’è che non si fanno problemi a criticare il polistrumentista veneto, che ricorda divertito : “Il primo appunto dai ragazzi durante le prove del tour è arrivato a metà della prima strofa del primo pezzo che stavamo suonando”. Il brano era “Calci in faccia”, uno dei tre che i ragazzi hanno suonato il 29 gennaio scorso nei nostri studi.

Ma la sorpresa è arrivata alla fine del set acustico, quando i Fast Animals and Slow Kids hanno deciso di suonare la celeberrima “Faith” di George Michael. “Una volta ci avevano chiesto di fare delle cover”, ci ha raccontato Alessio Mingoli, batterista, seconda voce e – in questo caso – solista. “Abbiamo imparato il pezzo di George Michael e ora lo facciamo sempre, perché una volta che impariamo una cosa non smettiamo più di farla, finché ci piace”. “E ci piace un botto”, ha concluso Aimone.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.