Cazzola – Delbono: il faccia a faccia

15 giu. – E’ andato in onda nei nostri studi il primo faccia a faccia radio-tv tra i due candidati al ballottaggio, Alfredo Cazzola e Flavio Delbono.


Risultato: il candidato del centrosinistra querela Cazzola e poi annulla gli altri faccia a faccia.

Il tutto dopo neanche un’ora di intervista. Dopo la chiamata di un ascoltatore, che chiede conto a Cazzola del patteggiamento per evasione fiscale avvenuto nel ’99, arriva un fuori programma. Cazzola va a testa bassa e lancia un ambiguo attacco al suo rivale: «Tutta la campagna si è imperniata sulla mia moralità, ma anche chi mi sta di fronte dovrà probabilmente scusarsi della sua».


E’ a questo punto che Cazzola tira in ballo la sfera personale di Delbono. «Gli porgo i saluti della signora Cinzia, che è la sua ex compagna e che ha tantissimo da dire in merito alla moralità di Delbono». Gelida la replica del candidato del centrosinistra, che afferma: «Non ho niente di cui debbo rendere conto per quanto riguarda la mia vita privata».

Ascolta l’audio.

moralita

«Per Alfredo Cazzola fare politica è unire la calunnia all’offesa. Strumentalizzare la vita privata delle persone perché non si sa rispondere a domande di pubblico interesse poste dai cittadini è segno di vigliaccheria e inadeguatezza al ruolo». E’ stata questa la prima reazione di Delbono agli attacchi dell’ex patron. Troppo poco, perché Cazzola rilancia nel pomeriggio dagli studi di E’ tv . Delbono viene ora accusato di un “non corretto utilizzo di denaro pubblico”. A questo punto la decisione di Delbono ( che ha definito gli accuse “totalmente infondate”) di querelare Cazzola e poi annullare i successivi faccia a faccia televisivi.

Tutto il confronto tra i candidati:

Cazzola attacca sulla “moralità” – Guarda il video

ascolta L’audio dei candidati tema per tema

ascolta L’audio integrale del faccia a faccia

Invasioni di Campo: l’addetta stampa di Cazzola entra in regia. fotogallery

Pictures by Mario Carlini/Iguana Press

Tag

6 commenti

  1. benissimo la querela, ma cosa pensa ne possa ricavare di buono evitando ogni altro confronto nella prossima settimana?

    Comment by nunzia on 15/06/2009 at 17:50

  2. Propongo di preparare subito un testo da attaccare ai vetri delle nostre auto sul tema lavavetri, come risposta IMMEDIATA A Cazzola il quale sostiene che questi extracomunitari violentano le donne ai semafori per costringerle a farsi lavare il parabrezza. E’ una cosa indegna, che si aggiunge a decine e decine di bestialita’ che non possiamo piu’ tollerare.

    Propongo una campagna, magari promossa anche dalla vostra radio. Io comunque da domani mattina girero’ con questa scritta (piu’ o meno) sulla macchina:
    Il “mio” lavavetri del Bangladesh e’ un’ottima persona: garbata e mite. La violenza non sa nemmeno cosa sia.
    Adotta anche tu un lavavetri. Se sarai gentile con lui, sarai sicuramente ricambiato.
    Francesca

    Comment by francesca on 15/06/2009 at 19:02

  3. ci siete cascati tutti: delbono che dice che se se sono gentili i lavavetri sono delle brave persone, cazzola che li vorrebbe cacciare via dalla compagine umana. nessuno dei due però ha detto che sono persone e che lavare i vetri agli incroci delle strade è una attività degradante ed umiliante per la dignità umana. bei candidati: bravi!

    Comment by silvano on 15/06/2009 at 22:50

  4. Ma quale lavavetri adottato, la verita’ e’ che se la prendono con le donne perche’ pu’ deboli e non le rispettano sveglia!!! basta ipocrisie!!

    Comment by pippo on 15/06/2009 at 23:44

  5. Penso che Bologna non si meriti una campagna all’insegna dell’insulto personale.
    Comunque questo è e sempre sarà Cazzola

    Comment by Maurizio on 15/06/2009 at 23:49

  6. Credo che ci sia qualcosa di più sottile qui: il sig. Cazzola sta usando i mezzucci suggeriti dal suo leader, il caro Berlusca che, punto sul vivo delle sue nefandezze, ora cerca in tutti i modi di screditare i suoi avversari con gli stessi mezzi che sono stati usati dalla “sinistra” (???) e dai giornalisti “rossi” -come li chiama lui- mondiali. Il problema è che quando attacca lui qualche allocco ci cade, quando lo attaccano gli altri invece c’è l’effetto boomerang. Spero che Delbono reagisca e non adotti la tattica di superiorità che ci sta fregando da anni, ma risponda su altri piani, più concreti e interessanti per la cittadinanza. Spero che i bolognesi siano più astuti dei sardi, che ora si sono pentiti della loro scelta. Spero, perché Cazzola e soprattutto Bologna con la bandierina azzurra proprio noooo!!!

    Comment by Paola on 17/06/2009 at 12:16

Allowed HTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Get the Flash Plugin to listen to music.