Fabio Cinti: “Facebook ha censurato la copertina del mio disco”

fabiocinti

26 ott. – “Prima Facebook mi ha bloccato per 24 ore, poi per tre giorni, poi ha voluto avere i miei documenti di identità e infine ha eliminato il mio profilo personale, proprio nel giorno di uscita del disco”: a raccontare tutto questo, nell’intervista e in un video, è il cantautore Fabio Cinti, che ha presentato con uno showcase acustico Maps il suo nuovo lavoro Forze Elastiche. E il casus belli è stata proprio la copertina del disco, un dettaglio di uno scatto del fotografo Giuseppe Palmisano che raffigura dei corpi nudi uno sopra l’altro, trasmettendo a chi la guarda un senso astratto legato alle linee che compongono l’immagine: Fabio l’ha postata per promuovere il suo album, ma su alcune nudità il popolare social network non ha pietà, anche quando si contattano i suoi amministratori. “Ho perso una settimana proprio nel periodo di uscita dell’album, e sono stato costretto a spostare la comunicazione sulla pagina ‘Fabio Cinti'”, ha detto il musicista, ben conscio del fatto che la promozione tramite “pagine” su Facebook è legata a doppio filo alle sponsorizzazioni a pagamento.

fabio-cinti-forze-elastiche

Tornando alla musica, Cinti ha definito un primo dato che distingue le sue ultime produzioni: “Negli altri dischi giravo sempre intorno al concetto del tempo; le canzoni che poi sono finite in Forze Elastiche, invece, parlano di spazi: non solo quello fisico, dalle case, di Milano e del quartiere Isola, ma anche quello metafisico, come i sogni“. Oltre a Daniele Asnicar, presente insieme a Fabio nei nostri studi, e ai musicisti che hanno contribuito al disco, da Nada a Massimo Martellotta, un ruolo fondamentale l’ha ricoperto Paolo Benvegnù, produttore del disco e ospite in due tracce: “In realtà non avrei bisogno di un produttore: tecnicamente so come si fa un album. Ma era per me indispensabile avere qualcuno che riuscisse a spostare il mio suono e mi facesse cantare in modo diretto, senza sovrastrutture e evitando che le influenze – che ho e riconosco – mi sovrastino”. Possiamo dirlo? Missione compiuta.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.