Ex Telecom. Sul tetto resistono ancora in 100

tetto agentiBologna, 20 ott. – La diretta dall’ex palazzina Telecom sotto sgombero a Bologna

16.35 – Agenti delle Forze dell’ordine e vigili del fuoco sono riusciti ad arrivare su uno dei tetti dell’ex Telecom di Bologna. Sui punti più alti dell’edificio restano ancora degli occupanti: “Sono un centinaio, non intendono scendere” riferisce Fulvio di Social Log. Nel frattempo, le famiglie già sgomberate continuano a uscire dall’edificio, molto spesso in lacrime. La situazione è di “stallo”, dice Fulvio, anche perché “le mamme vorrebbero rientrare per prendere gli oggetti personali ma viene loro impedito”. Il portavoce del collettivo afferma che nei locali dove si erano rifugiati donne e bambini si e” verificato uno “sgombero violento, con strattonamenti e scalciate”. “E’ uno “scempio”, afferma l’attivista, continuando a ribadire che Social Log e le famiglie cercano una “soluzione politica”. Per riuscirci serve un “corridoio umanitario”, con l’allontanamento dell’ingente schieramento di agenti: “Come potete capire, non è possibile ragionare su alcuna proposta in un clima così”. Per quanto riguarda le proposte avanzate dal Comune, “noi non abbiamo rifiutato nulla- sottolinea Fulvio- noi ci limitiamo a sostenere quello che decidono le famiglie”. Cosa succedera” ora? “A noi interessa innanzitutto capire come evolve la situazione di donne e bambini”, e” la risposta di Fulvio.

      fulvio massarelli social log


16.00 – Lo sgombero dell’ex Telecom continua alla spicciolata. A piccoli gruppi, donne e bambini (alcuni di pochi mesi, dentro il passeggino) vengono accompagnati fuori dallo stabile, in lacrime, accolti dall’applauso dei manifestanti in presidio in via Fioravanti, portandosi dietro poche cose in alcune borse o valigie. Una donna invece è stata portata via in barella. All’uscita alcune madri hanno riferito che gli agenti avrebbero usato la forza (e il manganello) con gli occupanti, stesse accuse che volano anche dai manifestanti barricati sul tetto. “Hanno picchiato le mamme”, racconta una bimba dopo aver lasciato l’edificio. Una volta uscite, diverse famiglie hanno accettato l’aiuto dei servizi sociali del Comune di Bologna e sono entrati negli uffici di Liber paradisus.

La testimonianza di una ragazza. “Mi spingeva, mi tirava calci, pugni. Degli animali sarebbero stati trattati meglio”.

      20151020_150204.mp3 - RecForge II

Sgombero all’ex Telecom occupata. Decine sul tetto


 

La polizia vuole intervenire per levare via con la forza donne e bambini dalle loro case! E’ questa la soluzione?? Questa è una vergogna! Noi continuiamo a resistere!

Posted by Social Log Bologna on Martedì 20 ottobre 2015

 

 

14.00 – Niente da fare. La trattativa tra Comune di Bologna e Social Log non è andata a buon fine. “Mi pare che adesso non siano nelle condizioni di accettare – riferisce Annalisa Faccini, responsabile del servizio sociale minori di Palazzo d’Accursio, uscendo dallo stabile- chiedono casa per tutti, non accoglienza”. Pochi minuti dopo, sul profilo facebook di Social Log, vengono pubblicati tre video. Si vede un corridoio pieno di donne e bambini, si intravedono degli agenti e si sente urlare: “ambulanza, ambulanza”.

Sgombero all’ex Telecom occupata. Decine sul tetto
Beltrami: “Procura irresponsabile”
Lo Giudice: “Mi auguravo una soluzione diversa”

Le forze dell’ordine portano via i bambini dai genitori facendosi spazio con i manganelli! Un bambino con problemi…

Posted by Social Log Bologna on Martedì 20 ottobre 2015

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.