Ex Telecom. La dignità finisce in discarica

Bologna, 5 nov. – Pentole d’acciao e di terracotta, vassoi di metallo e di plastica, piatti, posate, un portafogli, mobili, un pallone, una coppa, una bilancia da cucina, un portafogli, borse di tela… Sono decine gli oggetti ritrovati nella discarica di Minerbio che appartenevano alle famiglie sgomberate il 20 ottobre dall’edificio ex telecom di via Fioravanti. La denuncia viene dagli attivisti di Social Log, che, dopo aver seguito il camioncino di una ditta incaricata dalla proprietà dello stabile di via Fioravanti (una banca tedesca) di svuotare quelle che per quasi un anno sono state case, hanno filmato e fotografato tutto.

Gli operai avrebbero dovuto portar via solo beni deperibili, ma già la settimana scorsa gli attivisti avevano trovato sacchi di spazzatura pieni di effetti personali degli ex occupanti vicino all’edificio sgomberato. Per questo ieri mattina hanno deciso di seguire il camioncino della ditta fino alla discarica e qui hanno scoperto e documentato che erano stati portati via di nuovo effetti personali degli ex occupanti. Nel frattempo in via Fioravanti si è formato un presidio di una cinquantina di persone e subito dopo sono arrivati anche agenti della polizia, della digos e carabinieri. Dopo una trattativa, hanno ottenuto che gli ex occupanti potessero verificare il contenuto degli ulteriori sacchi di spazzatura prima che gli addetti li portassero via.

 

Pochi giorni dopo lo sgombero, il 26 ottobre, avevamo ospitato in studio alcune delle occupanti. Abbiamo chiesto loro dei momenti, drammatici dello sgombero, e dei motivi che le hanno portate (assieme ai loro figli) ad occupare. Fouzia, Anna, Giusy e Maria Elena, l’attivista di Social Log presente a tutte le fasi dello sgombero.

Un dialogo intenso nel quale sentirete anche queste donne raccontare che le loro bimbe piccole hanno ricominciato a farsi la pipì addosso la notte. Un effetto di un’irruzione della polizia che ha avuto modalità violente. “Quando vedono la polizia adesso si mettono a piangere” hanno raccontato Fouzia e Anna.

      extelecom

 

extelecom-onair

da sx a dx Anna, Fouzia, Giusy e Maria Elena nei nostri studi

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.