Errani (Pd): “Cassero bene comune. No al bando per la Salara”

Francesco Errani 2013

Bologna, 16 gen. – E’ uno dei ribelli del Partito Democratico che hanno mandato sotto la maggioranza sull’ordine del giorno sul passante nord ad inizio dicembre. Francesco Errani non si ritiene però un ribelle: “Chiediamo solo che ci sia maggior coinvolgimento del Consiglio Comunale nelle discussioni per migliorare la qualità dell’amministrazione cittadina. Serve più dialogo tra Giunta e consiglieri, perchè noi siamo un ponte tra cittadini e Comune. Sul passante questo dialogo è mancato”.

Rispetto alla proposta di mettere a bando i locali del Cassero, prevista da due ordini del giorno (di M5S e Forza Italia) che si discuteranno in Consiglio Comunale, il consigliere Errani ha commentato: “Io penso che il Cassero sia un centro importante per la nostra città, impegnato da oltre trentanni nel riconoscimento dei diritti lgbt. Oltre al suo valore culturale, ricordiamo anche che il Cassero svolge un ruolo sussidiario per quanto riguarda la prevenzione sanitaria ad esempio. Bisogna dare continuità a questa esperienza. Noi abbiamo un regolamento sui beni comuni. In base a questo ci sarà un avviso pubblico rivolto alla comunità lgbt, un tavolo di coprogettazione e la firma di patti di collaborazione con progetti che saranno implementati dal Cassero, ma la strada del bando non è quella giusta”. Le parole di Errani fanno eco a quanto dichiarato dal sindaco Virginio Merola a metà novembre, dopo che anche Giulia De Girolamo, capolista Pd alle amministrative dello scorso anno, aveva aperto all’ipotesi del bando.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.