“Eppur s’accende..”: i Fisici dell’Università studiano l’e-cat Rossi-Focardi

“Eppur s’accende…” . Potremmo sintetizzare così l’approccio di alcuni scienziati del gruppo di lavoro costituito all’interno del Dipartimento di Fisica dell’Università di Bologna che si apprestano a studiare il funzionamento dell’energy catalyzer, l’invenzione dell’ingegner Andrea Rossi realizzata assieme al fisico Sergio Focardi, che promette di rivoluzionare il campo della produzione di energia. Ne abbiamo parlato con gli scienziati coinvolti… (leggi tutto – ascolta la trasmissione)

Gli inventori dell’e-cat,  Rossi e Focardi, sostengono che all’interno della loro macchina avvengono reazioni nucleari a bassa temperatura tra nickel e idrogeno, che darebbero luogo a processi di fusione nucleare. Un’ipotesi impossibile da spiegare a livello di fisica teorica, resta tuttavia il dato sperimentale: pare che succeda. In molte dimostrazioni  Rossi ha acceso il suo catalyzer che produrrebbe una energia in uscita molto superiore rispetto a quella immessa. La scienza ufficiale è scettica, mancano dati sperimentali autonomi e certificati, ma la situazione adesso è un po’ cambiata.
Alcuni giorni fa è stato firmato un contratto ufficiale tra il Dipartimento di Fisica dell’Università di Bologna e l’EFA srl (impresa controllata dall’ing. Rossi), per avviare la ricerca: il costo interamente a carico dell’EFA e di 500.000 euro + iva, e la durata della collaborazione è fissata in due anni. Andrea Rossi metterà a disposizione anche i locali per attrezzare i laboratori e i  macchinari necessari agli esperimenti.

Stamane, nei nostri studi, avevamo ospiti  due scienziati che fanno parte di questo neocostituito gruppo di ricerca, il Professor Loris Ferrari e il Professor Giuseppe Levi.
“Se possiamo rendere ripetibile un evento lo trasformiamo  in un fatto… – ha affermato Ferrari. Rispetto poi alla necessità di indagare questi fenomeni, apparentemente inspiegabili, ha detto che “per prima cosa è importante  misurare con precisione l’energia prodotta, inoltre dobbiamo lavorare sulla ricerca delle cause:  si ignorano infatti i meccanismi “intimi” per cui si genera questa energia, e questo è uno degli aspetti fondamentali da indagare.”

Il professor Levi, che ha già assistito a numerose dimostrazioni, si mostra moderatamente ottimista: “Dall’esperienza che abbiamo il fenomeno è stato reso ripetibile. Ogni volta che sono stato testimone di un avviamento dell’e-cat questo produceva energia. L’ho visto ormai molte volte:  La cosa sembra ripetersi con estrema regolarità, ma voglio essere prudente…”
Rispetto ai tempi, Levi parla di almeno un anno di studi e sperimentazioni prima di arrivare alla pubblicazione di una relazione attendibile: la nostra ricerca sarà divisa in due parti: misure di efficienza energetica, misura di eventuale emissioni di radiazione esterna etc, poi c’è un aspetto di ricerca e sviluppo che tocca temi delicati che sarà probabilmente sottoposta a segreto industriale.”
Dunque per  permettere di fare controlli validi ci vorranno almeno sei mesi, per pubblicare i risultati almeno un anno.
Il “primo step e le prime comunicazioni da parte del gruppo di lavoro potrebbero dunque arrivare entro il dicembre 2011.

Che ricadute avrà la ricerca condotta dall’Università di Bologna per la nostra  città e per il nostro paese?  “Io spero che questo sia l’inizio di una lunga stagione di ricerche che sarà carica di frutti – afferma Levi – dalla ricerca ci saranno tantissime ricadute e tutte le evidenze che abbiamo puntano in questa direzione. Se saranno confermate si tratta dell’apertura di una nuova intera branca di ricerca interdisciplinare: noi non ci occupiamo ovviamente di sviluppi industriali, ci interessano quelli scientifici.”

Al programma ha partecipato anche il Dr. Stefano Bagnasco, ricercatore dell’INFN di Torino, membro della rivista “Query” del CICAP,  e abbiamo trasmesso alcuni brani di interviste effettuate con l’ing. Andrea Rossi e il prof.  Sergio Focardi.

Ascolta l’intera trasmissione FUSIONE_sito

alcuni nostri articoli sull’argomento:

http://www.radiocittadelcapo.it/archives/lalba-di-una-nuova-era-69242/

http://www.radiocittadelcapo.it/archives/fusione-fredda-mito-o-realta-69509/

http://www.radiocittadelcapo.it/archives/sergio-focardi-parla-il-padre-della-fusione-fredda-ni-h-75679/

http://www.radiocittadelcapo.it/archives/stremmenos-la-fusione-fredda-puo-risolvere-molti-problemi-dellumanita-77206/

http://www.radiocittadelcapo.it/archives/la-fusione-fredda-bolognese-verra-prodotta-in-serie-presentato-in-grecia-lhyperion-81930/

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.