Emergenza casa. Tra Galaxy e Comune c’è di mezzo un avviso pubblico

ex-residence Galaxy 3

Il residence Galaxy in via Fantin, nel quartiere Navile

Bologna, 14 sett. – “Mercoledì loro faranno la congruità che devono fare per legge sull’ipotesi di affitto e programmiamo un incontro con loro per arrivare a definire il contratto con il Comune“. Così il sindaco di Bologna Virginio Merola, facendo il punto sugli sviluppi della trattativa per fare del residence Galaxy di proprietà dell’Inail una possibile soluzione per l’emergenza abitativa.

In realtà non è detto che tutto vada liscio. E’ vero che i vertici regionali dell’Inail incontreranno domani a Roma la cosiddetta “commissione di congruità”, organo indipendente che per l’Inail si occupa delle valuzione di mercato. Esperti e professori universitari definiranno il “prezzo giusto” per affittare il residence. Una volta ufficializzata la decisione l’Inail diramerà un avviso pubblico di manifestazione di interesse. I vertici regionale dell’Inail spiegano che l’immobile sarà offerto pubblicamente alle imprese e agli enti pubblici interessati all’utilizzo dello stabile. A quel punto l’Inail farà le sue valutazioni, “tenendo conto delle sollecitazioni arrivateci da sindaco e prefetto, ma prima di tutto tenendo conto dell’interesse dell’ente”.

Nessuna assegnazione diretta né trattativa esclusiva quindi. Il che significa che nessuno può escludere a priori un concorrente dell’ultimo minuto capace di contendere al Comune lo stabile.

Merola ha anche risposto a chi gli chiedeva lumi sulle eventuali trattative con gli occupanti. Per il sindaco “Le trattative le stiamo facendo con l’Inail, non trattiamo nulla con gli occupanti – ha detto il Sindaco – Né trattiamo ritardi degli sgomberi con nessuno. Facciamo delle valutazioni nel comitato dell’ordine pubblico che sono note a tutti e sulle modalità di effettuare gli sgomberi”. Merola ha infine commentato l’interesse di Crif (l’azienda che si occupa di informazione creditizia e che ha il suo quartier generale a due passi dal residence di via Fantin) per l’immobile: “Quello che vi posso dire – ha detto – è che a Crif abbiamo approvato un piano urbanistico per l’ampliamento delle proprie sedi e quindi li incontreremo per capire questo tema del Galaxy. Ma faccio presente a tutti – ha ricordato – che il Galaxy è vincolato fino al 2019 perché è stato creato con il fondo del Giubileo. Io capisco le volontà dell’impresa ma ci sono delle norme e ci sono delle priorità che vanno rispettate”. Il sindaco ha spiegato come negli incontri avuti con l’azienda per il suo ampliamento, il tema del Galaxy non era mai emerso, “che emerga oggi come un’opportunità con l’azienda è comprensibile. Che sia fattibile è un altro paio di maniche perché non basta avere i soldi, ci sono delle procedure di legge che vanno rispettate”.

Tag

Get the Flash Plugin to listen to music.